Cronaca

50enne muore colpito dal grosso ramo di un albero

50enne muore colpito dal grosso ramo di un albero

50enne muore colpito dal grosso ramo di un albero. E’ Roberto Rodella la vittima dell’infortunio avvenuto nei boschi della Valsaviore sabato attorno alle 14:00. L’incidente è avvenuta a Mulino a Cevo, in provincia di Brescia.

Il 50enne residente a Valle di Saviore è morto sul colpo, ucciso dal grosso ramo di una pianta. Con il fratello si trovava in località Mulino, al di là del torrente Poia, sul confine tra Saviore e Cevo, impegnato nelle operazioni di sramatura di due tronchi appena abbattuti al suolo.

Muniti di motosega, stavano compiendo delle azioni certamente non nuove per degli uomini di montagna come loro. Qualcosa però non è stato calcolato da Roberto, che improvvisamente è stato colpito alla testa dal ramo.

Vedendolo esanime, suo fratello ha immediatamente allertato il 112, e sul posto è arrivato in poco tempo l’elisoccorso decollato da Trento. I sanitari però non hanno fatto altro che dichiarare il decesso del 50enne.

La salma restituita ai familiari

Il magistrato, ricevuta la ricostruzione della dinamica effettuata dai carabinieri, qualche ora più tardi ha dato il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari dell’uomo e per la sepoltura di Vallecamonica servizi .

Le esequie si terranno domani lunedì 30 maggio alle 14:00 nella parrocchiale di Valle. Residente nella frazione montana, lavorava come operaio di una cooperativa alla piattaforma ecologica di

L’intera comunità si è stretta attorno ai fratelli di Roberto, Giovanni, Mirella e Ivan, e alle loro famiglie. La camera ardente è stata allestita in via Trento 80, nella struttura delle ex scuole medie.