Quantcast
Attualità

Airola: Maltese, accuse infondate da parte del sindaco

di  Redazione  -  17 Febbraio 2020

Non è tardata ad arrivare la risposta di Giuseppe Maltese alle accuse del sindaco di Airola Michele Napoletano. Ecco il suo comunicato.

Il Sindaco mi accusa di non conoscere la democrazia perché gli ricordo quotidianamente i limiti che la stessa democrazia pone anche a lui: la Costituzione Italiana, la Legge dello Stato , lo Statuto Comunale e i Regolamenti.

Tale accusa infondata mi arriva da chi rende , nei fatti, carta straccia lo Statuto e i  Regolamenti del Comune di Airola e, n on sapendo cosa opporre agli atti che gli eccepisco, trasferisce il discorso amministrativo e politico sul piano personale.

Io discuto quotidianamente con la maggioranza, ma sindaco, assessori e consiglieri di Airola Bene Comune, non se ne accorgono nemmeno.

Mi riferisco a: isola ecologica in disuso per errori politici e commissione ecologia e ambiente inascoltata da oltre due anni ; situazione fognaria e necessità di un nuovo depuratore in zona parata; sicurezza scolastica della Padre Pio ( per la quale hanno priorità solo le apparenze ) e progetto di demolizione e ricostruzione della Vanvitelli ( a rischio perdita finanziamento per decisioni politiche avventate e sbagliate ); riorganizzazione del Comunale ( ormai al collasso ) e adeguamento dell’organico della Polizia Municipale ai regolamenti vigenti ; Progetto di risanamento idrogeologico dei valloni di San Donato ( i cui ritardi politici ed amministrativi hanno messo a rischio anche il finanziamento ); adozione del RUEC ( prioritario per la crescita urbanistica della città ) e del PUC; riscossione dell’Enfiteusi ; rispetto dello statuto e dei regolamenti.

E quali sono i risultati? La permanenza dell’Assessore Abbate fuori dai gruppi consiliari ( quando lo Statuto ed il Regolamento del Consiglio Comunale non lo prevedono ) e la convenzione del Segretario Comunale con il Comune di Marcianise ( illegittima perché in piena violazione dello Statuto Comunale di Airola , al quale la Legge ne affida la disciplina del Servizio ).

Di q u e s to p asso tutto diventerà relativo e la certezza della norma risiederà esclusivamente nelle mani di chi comanda.

Al di là di tutto ciò , sono sempre stato e rimango disponibile per qualsiasi discussione politica ed amministrativa, purché là si mantenga nell’alveo della certezza del diritto.