Attualità

Airola, spaccia per mantenere due famiglie

Airola, spaccia per mantenere due famiglie

Costretto a spacciare per mantenere due famiglie. E’ l’originale giustificazione che ha dato Domenico Laudanna, 39enne incensurato di Airola, ai carabinieri della locale stazione che gli hanno trovato in casa ben 112 grammi di hascisc.  La droga era occultata in dieci pacchetti di sigarette ed era pronta per essere spacciata per questo primo week end estivo, cominciando, probabilmente, da questa sera in occasione della partita dell’Italia. La droga è stata posta sotto sequestro dai carabinieri che da tempo tenevano d’occhio il 39enne. Dopo le formalità di rito, Domenico Laudanna è stato ristretto in regime di detenzione presso il proprio domicilio. Prima di lasciare la caserma, ha spiegato ai militari che aveva perso il lavoro ed era stato costretto a intraprendere l’attività di pusher per poter mantenere i figli, nati anche dal primo matrimonio. Il sequestro, al di là delle giustificazioni dell’uomo, dimostra quanto sia presente il consumo di droga anche in Valle Caudina. L’hascisc prima di tutto, ma anche la cocaina è molto gettonata. E, come in tutte le altre zone d’Italia, la voglia di sballarsi diventa molto più forte durante i fine settimana.

Peppino Vaccariello


ilcaudino.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it