Bimba morta in auto, il padre convinto di averla lasciata all’asilo

9 Giugno 2023

Bimba morta in auto, il padre convinto di averla lasciata all’asilo

Bimba morta in auto, il padre convinto di averla lasciata all’asilo. Un dramma immane e un dolore che non potrà essere superato facilmente.

Il papà della bimba di 14 mesi trovata morta l’altro ieri all’interno dell’auto di famiglia posteggiata lungo via dei Fucilieri, nel quartiere Cecchignola a Roma, risulta ora indagato per il reato di abbandono di minore.

------------

L’interrogatorio

L’uomo ha raccontato agli inquirenti di non riuscire a comprendere come una tragedia del genere possa essersi verificata. “Non cosa sia accaduto, ero convinto di avere lasciato mia figlia all’asilo“, ha spiegato infatti ai pm di Roma nel corso dell’interrogatorio il carabiniere di 45 anni.

Una routine quotidiana, quella seguita dall’appuntato scelto, che come ogni giorno era uscito di casa con la sua bimba per accompagnarla all’asilo e successivamente recarsi al lavoro.

Bimba di un anno morta in auto a Roma: dimenticata nel seggiolino

Tuttavia nella giornata di ieri, mercoledì 7 giugno, qualcosa è andato storto e la piccola al suo asilo non ci è mai arrivata. Convinto di aver già affidato la figlia alla cura delle sue maestre, il 45enne ha posteggiato la propria autovettura in via dei Fucilieri e raggiunto l’ufficio.

E in via dei Fucilieri la bimba è trovata senza vita circa sette ore dopo. Sarebbe stato il caldo ad ucciderla, almeno secondo le prime ipotesi. Era stata la stessa madre della bambina a fare la terribile scoperta, un dramma nel dramma.

Vinta dalla disperazione, alla vista della figlia esanime sul seggiolino, la donna aveva gridato, attirando l’attenzione di un militare, il quale si era prodigato per portare aiuto alla bimba mandando in frantumi il finestrino dell’auto.

Purtroppo, nonostante la tempestività dei soccorsi, ogni tentativo di rianimare la bimba e di salvarle la vita da parte del personale medico del 118 giunto in ambulanza in via dei Fucilieri è risultato vano.

L’esame autoptico

È previsto per oggi il conferimento, da parte della procura della Repubblica di Roma, dell’incarico per condurre gli esami autoptici sul corpicino della bambina e stabilire le esatte cause del decesso.

L’auto di famiglia, in cui la piccola è rinvenuta, si trova tuttora sotto sequestro da parte delle autorità, impegnate ad effettuare gli ultimi accertamenti alla ricerca di eventuali ulteriori indizi.

Secondo gli inquirenti il padre si sarebbe dimenticato di portarla all’asilo, che dista poche decine di metri rispetto al suo posto di lavoro. Del caso si stanno occupando i carabinieri della compagnia Eur e i colleghi del Nucleo investigativo.

Continua la lettura