Quantcast

Carico d’oro rubato in una casa, acciuffato dopo inseguimento

Aveva appena svaligiato un appartamento su via Polvica, a San Felice a Cancello, quando sono arrivati i carabinieri, allertati da una segnalazione
di redazione
3 mesi fa
19 Gennaio 2021

Carico d’oro rubato in una casa, acciuffato dopo inseguimento. Ruba monili e denaro all’interno di un’abitazione, ma poi durante la fuga viene raggiunto e fermato dai carabinieri, che lo arrestano. La vicenda è accaduta a San Felice a Cancello, nella provincia di Caserta.

Qui, su via Polvica, i militari dell’Arma hanno arrestato in flagranza di reato il giovanissimo C. A., risultato essere un cittadino albanese classe 2000 e senza fissa dimora. Il giovane deve ora rispondere del reato di furto.

Ad intervenire sono stati la scorsa notte i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni, dopo la segnalazione di un furto in appartamento che era in corso proprio su via Polvica.

Giunti sul posto, i carabinieri hanno subito incrociato l’uomo che cercava di scappare nelle strade vicine per far perdere le proprie tracce. Ma la sua fuga è durata poco: bloccato, il ventenne è stato trovato in possesso di diversi monili in oro.

Risultati, poi, essere il bottino del furto di poco prima. Tratto in arresto, è stato quindi portato nelle camere di sicurezza, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Dovrà rispondere dell’accusa di furto, per il quale sarà processato nelle prossime ore.

Tutta la refurtiva ritrovata addosso al ladro ventenne è stata prima sequestrata per le formalità del caso, per poi essere riconsegnata ai legittimi proprietari che al momento del furto non erano in casa.

Dai controlli, è anche emerso che il ventenne risulti come un senza fissa dimora. Addosso, oltre ai vari monili come orecchini, braccialetti ed altro, aveva anche alcune banconote di vario taglio in euro ed una banconota da mille pesetas spagnole, dallo scarso valore in termine di convertibilità (circa 6 euro) ma maggiore dal punto di vista collezionistico.

Maestra positiva al Covid, scuola chiusa

Una docente di una scuola primaria di Casal di Principe, in provincia di Caserta, è risultata positiva al coronavirus. Dopo la comunicazione da parte della direzione della scuola il sindaco, Renato Natale, ha subito disposto la sospensione delle attività didattiche in presenza per consentire la sanificazione.

La docente, che lavora nel plesso Dante della cittadina casertana, mancava dalla struttura dal 14 gennaio; sono tracciati i suoi contatti, in modo da individuare le persone che potrebbero essere  contagiate. La scuola riaprirà normalmente domani, mercoledì 20 gennaio.

Temi di questo post