Attualità

Cervinara, Cioffi candidato all’Ambrogio d’oro

di  Redazione  -  25 Ottobre 2014

Cervinara. Il professore Ugo Cioffi è stato candidato, ufficialmente, all’Ambrogino d’oro. Si tratta del prestigioso premio che la città di Milano elargisce alle personalità più meritevoli nel campo dell’arte, della cultura e della ricerca scientifica e che viene consegnato il sette dicembre, giorno in cui si celebra Sant’Ambrogio, venerato patrono del capoluogo lombardo. Il professore Cioffi è una vera e propria autorità nel campo della ricerca scientifica, in materia di chirurgia generale e toracica, sulla quale vanta oltre duecento pubblicazioni scientifiche, prevalentemente riportate sulla rivista internazionale The Lincet, della quale, peraltro, è redattore competente per i casi di particolare novità. Recentemente, ha superato, con brillante risultato, classificandosi ai primi posti, l’abilitazione alla cattedra universitaria, risultando il primo ad ottenere la docenza nelle due materie, chirurgia generale toracica. Il docente universitario, cervinarese a tutti gli effetti, ma che da anni lavora tra Milano e gli Stati Uniti d’America, è stato candidato proprio nell’ambito della ricerca scientifica, nel campo medico chirurgico. Del resto, i suoi studi sull’esofago ed il mediastino fanno, oramai, parte delle nuove conquiste della scienza medica. Il docente universitario è anche bravissimo a lavorare in équipe. Non a caso, la candidatura all’Ambrogino d’oro è stata avanzata anche per la sua collega, la professoressa Matilde De Simone. I due, infatti, hanno condotto complesse ricerche per il policlinico ospedale maggiore di Milano, grazie alle quali hanno ottenuto a favore dell’ospedale importanti finanziamenti ministeriali. Bisogna sottolineare che Cioffi e De Simone sono gli unici candidati all’Ambrogino d’oro per il settore della ricerca scientifica. La notizia della candidatura è stata salutata a Cervinara e nella Valle Caudina con grande orgoglio. Tutti sanno, infatti, che il docente universitario resta legatissimo alla sua terra d’origine ed in special modo a Ferrari, dove tutt’ora vive la mamma e dove ha trascorso la sua infanzia di studi.