Quantcast

Cervinara: Genovese sfida l’Eav, tinteggio io la stazione

Cervinara: Genovese sfida l'Eav, tinteggio io la stazione. Poteva e doveva essere il biglietto da visita dell’intera comunità. Un benvenuto a Cervinara, gentile ed accogliente.
di redazione
1 mese fa
18 Gennaio 2021

Cervinara: Genovese sfida l’Eav, tinteggio io la stazione. Poteva e doveva essere il biglietto da visita dell’intera comunità. Un benvenuto a Cervinara, gentile ed accogliente. Versa, invece, in uno stato di completo abbandono. Ogni giorno subisce uno sfregio che mortifica ed avvilisce.

Ferite sotto gli occhi di tutti

Chi la vive, chi viaggia non può che sentirsi ferito. Giorno dopo giorno, sotto i propri occhi  vede la stazione di Cervinara precipitare nell’abisso della noncuranza e della colpevole dimenticanza.

C’è, però, chi non si rassegna all’andazzo delle cose. C’è chi soffre nell’ assistere a questo vero e proprio crimine contro un immobile pubblico che è di pubblica utilità.

Qualche giorno fa aveva lanciato dal suo profilo facebook la provocazione. L’avvocato Augusto Genovese viaggia tutti i giorni con la mortificante linea ferroviaria Benevento- Napoli, via Valle Caudina.

Stanco di assistere agli atti vandalici che deve continuare a subire lo scalo ferroviario e mortificato dal fatto che nessuno interviene per un minimo di manutenzione, aveva chiesto aiuto per ritinteggiare la stazione.

Questa mattina ha fatto ancora di più. Ha inviato una richiesta formale al presidente dell’Eav, De  Gregorio per ritinteggiare la facciata dello scalo ferroviario. Per conoscenza ha inviato la stessa missiva anche al sindaco di Cervinara Caterina Lengua.

L’avvocato Genovese è presidente del comitato disagiati della Valle Caudina, da anni, quindi, ha ingaggiato un braccio di ferro con l’Eav e soprattutto con il suo presidente. Ha accumulato segnalazioni su segnalazioni, ma mai gli è stata data una risposta vera, rispetto all’abbandono della linea ferroviaria.

Chi sa, forse, questa volta l’avvocato potrebbe avere una risposta. Lui e i volontari, infatti, sono pronti a fare gratuitamente questo lavoro e all’Eav potrebbe far comodo.

Il colore da usare

Proprio per questo motivo, Genovese ha chiesto a De Gregorio che colore usare per tinteggiare la facciata dello scalo ferroviario.

Al di là della provocazione dell’avvocato e della sua lotta quotidiana contro un ente che ha deciso, scientificamente, di rendere marginale le linea ferroviaria, sarebbe ora che i sindaci della Valle Caudina si facessero sentire, almeno per avere delle stazioni decenti.

Temi di questo post