Cervinara, Grasso (Ncd): A volte è duro sostenere l’amministrazione

Il Caudino
Cervinara, Grasso (Ncd): A volte è duro sostenere l’amministrazione

Soddisfatto del risultato delle europee a Cervinara, ma evidenzia che “c’è molto da lavorare”. Parla al Caudino il presidente del circolo Ncd di Cervinara, Arturo Grasso, che non risparmia polemiche e si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Grasso evidenzia, ad esempio, che “Ncd appoggia l’amministrazione Tangredi anche se a volte è duro farlo, come nella vicenda del 118”. Allo stesso tempo Grasso mette in guardia gli iscritti: “Non cediamo alla logica delle correnti. Non si può lavorare per un solo candidato, si lavora per il partito tutto”.

Ncd a Cervinara ottiene oltre il 10 per cento dei consensi: siete soddisfatti?
Ci riteniamo soddisfatti della percentuale ottenuta. Anche se qualche riflessione è d’obbligo farla: se teniamo conto che alle passate politiche l’Udc a Cervinara ha ottenuto circa l’8 per cento e all’alta astensione di quest’anno, possiamo dire che l’aver lavorato bene ci ha premiato anche se sono convinto che abbiamo perso qualche consenso da parte dell’Udc.
Il vostro gruppo conta un membro in giunta a Cervinara: appoggiate, dunque, l’amministrazione Tangredi?
Ad oggi ci ritroviamo con un membro in giunta comunale e non di poco conto. La sua presenza non ci obbliga a sostenere la Giunta Tangredi. Appoggiamo il lavoro dell’Amministrazione quando lavora bene; non lo facciamo, invece, quando lavora male come nel caso del 118. Diciamo la verità: a volte è dura sostenere l’amministrazione. Mancano le politiche sociali. Basti pensare che l’occupazione giovanile è ai minimi storici: se per difendere un posto di lavoro bisogna incatenarsi sotto il Comune, stiamo freschi.
Nel gruppo “spiffera” qualche corrente, tra referenti dell’assessore regionale Severino Nappi e quelli che invece fanno capo a Nunzia De Girolamo…
Nel gruppo non ci sono correnti. Non esistono personalismi si lavora collettivamente per il raggiungimento di obiettivi comuni. Non dimentichiamo, però, che siamo un partito nuovo fatto di persone provenienti da schieramenti diversi ma accomunati dagli stessi ideali quindi se esistono dei piccoli problemi dovuti a questa unione sono facilmente risolvibili. Chi millanta a Cervinara di sostenere un unico candidato sbaglia, perché in un partito si agisce collettivamente. Se qualcuno non si riconosce nell’organigramma del partito meglio che se ne fondi uno personale.
Cosa ne pensa della candidatura di Ragucci a sindaco?
L’annuncio della candidatura dell’ingegnere Ragucci a sindaco di Cervinara ci riporta in dietro di 10 anni quando già si parlava di lui come papabile candidato sindaco ma che alla fine non lo era mai. Credo che sia stata fatta troppo presto, anche perché siamo curiosi di sapere quale gruppo lo appoggia.

------------

Angelo Vaccariello