Cervinara: ” Lengua si dimetta per evitare un lungo commissariamento” attacco di Raffaella Cioffi al sindaco

6 Dicembre 2023

Cervinara: ” Lengua si dimetta per evitare un lungo commissariamento” attacco di Raffaella Cioffi al sindaco

Cervinara: ” Lengua si dimetta per evitare un lungo commissariamento” attacco di Raffaella Cioffi al sindaco. Cari cittadini, Cervinara vive in queste ora una situazione politica paradossale.  E’ quanto sostiene in un comunicato stampa l’ avvocato Raffaella Cioffi,  consigliera comunale indipendente

Sostegno di solo 4 consiglieri

La maggioranza, continua Cioffi,  che era composta da 8 consiglieri comunali, è oggi ridotta a 4. Per cui su 12 consiglieri che compongono il Consiglio comunale, solo 4 sostengono l’attuale amministrazione.

------------

E’ sotto gli occhi di tutti l’arroganza che questa amministrazione sta dimostrando di avere giorno dopo giorno e soprattutto il fatto che sia del tutto delegittimata e che, in totale dispregio di ogni regola democratica, il Sindaco è diventata oramai “l’occupante abusiva” del Comune di Cervinara.

Chiedo in nome di ogni principio democratico e nel rispetto dell’etica pubblica che sia data la parola ai cittadini, subito! Non tema le urne il Sindaco Caterina Lengua, lasci che siano i cittadini a scegliere.

Prenda atto del suo fallimento politico, dimettendosi adesso, dando la possibilità di andare al voto il prossimo Giugno, senza esporre il paese ad un commissariamento di oltre un anno, che si verificherebbe qualora l’amministrazione (che è già oggi al capolinea) cadesse dopo Febbraio 2024.

Le regola fondamentali della democrazia

Siamo ancora in tempo a dare a Cervinara una nuova possibilità, una gestione serena e coesa, che possa godere di una larga maggioranza e possa operare al meglio per il nostro paese.  Rispetti l’amministrazione le regole fondamentali della democrazia, dimostrando per una volta di non essere attaccati alle poltrone, come una cozza allo scoglio, e non si nasconda dietro i tecnicismi, ridando la parola al popolo sovrano, l’unico a cui appartiene la nostra Cervinara, conclude l’avvocato Raffaella Cioffi.

Continua la lettura