Cervinara, Nei prossimi giorni l’autopsia sul bimbo nato morto

31 Maggio 2014

Cervinara, Nei prossimi giorni l’autopsia sul bimbo nato morto

Nei prossimi giorni, l’avvocato Michele Del Balzo, legale della signora Angela Pallotta, la giovane donna cervinarese che ha perso il figlio presso l’ospedale Rummo di Benevento, tornerà nella Procura beneventana per parlare con la titolare dell’inchiesta, la dottoressa Nicoletta Giammarino. Si attende, dopo la denuncia presentata dai coniugi, che il Sostituto Procuratore, disponga l’autopsia sul corpicino di Angelo Antonio, bimbo che non è mai venuto alla luce e che la madre ha partorito già morto. Per stabilire l’esame autoptico, c’è bisogno di individuare le parti in causa che, a loro volta, dovranno nominare periti di parte. Da qui, la necessità di aprire un fascicolo con la relativa iscrizione delle persone individuate, nel registro degli indagati. Mai come in questo caso, infatti, l’iscrizione, oltre ad essere un atto dovuto, è una garanzia per gli indagati, in quanto l’autopsia è un esame irripetibile, quindi, è necessario che siano presenti i periti delle parti. Al di là di questi aspetti tecnici, resta il dramma per i giovani coniugi. Salvatore Cioffi e Angela Pallotta, in poche ore, sono passati dalla gioia più grande, quella dell’arrivo del primo figlio, ad un dolore straziante. L’avvocato Del Balzo è preso da questo caso anche dal punto di vista umano. Ci ha raccontato di aver parlato a lungo con Salvatore Cioffi che ora deve dare forza, non solo a se stesso, ma anche alla moglie, rimasta sconvolta da questa terribile esperienza. L’avvocato, quasi da fratello maggiore, gli ha ricordato che sono giovanissimi, che potranno avere altri figli e di pensare ad Angelo Antonio, questo il nome che volevano dare al bimbo mai nato, come ad un angelo volato in cielo che veglierà su di loro. Salvatore Cioffi ha risposto che ora è davvero molto presto per pensare ad altri figli e che per lui il primo sarà sempre quello che ora si trova presso la Morgue dell’ospedale Rummo, in attesa che venga praticata l’autopsia.

An. Va.

Continua la lettura