Logo

Coniugi morti di covid a mezz’ora di distanza: erano sposati da 64 anni

3 Febbraio 2022

Coniugi morti di covid a mezz’ora di distanza: erano sposati da 64 anni

Coniugi morti di covid a mezz’ora di distanza: erano sposati da 64 anni. Settant’anni passati insieme. Fino all’ultimo. A stroncare i coniugi Irma Gilioli, 86 anni, e Annibale Meneghelli, 93, è stato il Covid.

Se ne sono andati a distanza di 30 minuti l’uno dall’altra. “Un amore, un’alchimia indissolubile, la classica coppia perfetta che pareva uscita da un libro di favole” li descrive commuovendosi il figlio Roberto.

Erano entrambi ricoverati all’ospedale Magalini di Villafranca di Verona quando le condizioni di tutti e due si sono aggravate e il virus li ha uccisi. Le esequie si sono tenute oggi 2 febbraio, alla chiesa di Bagnolo, frazione di Nogarole Rocca, alle 15.

Non avevano fatto il vaccino anti Covid

Purtroppo nessuno dei due aveva fatto il vaccino contro il Covid. Annibale aveva avuto riportato gravi ripercussioni a causa di un siero antinfluenzale, così aveva voluto evitare qualsiasi rischio di complicanze per sé e per la sua Irma, affetta da una malattia degenerativa.

L’11 gennaio, dopo la comparsa dei primi sintomi, un’ambulanza si era recata presso la loro abitazione di Bagnolo e li aveva portati in ospedale, dove due settimane dopo, il 27, sono spirati. La prima ad andarsene è stata Irma intorno alle 23.30, poco dopo Annibale l’ha raggiunta.

Irma e Annibale, uniti fino alla fine

Sposati nel 1957 dopo 6 anni di fidanzamento, lasciano due figli, Roberto e Antonella, e quattro nipoti. I due anziani, per altro, erano da poco diventati bisnonni. “Dopo un’intera esistenza trascorsa sempre insieme

E’ sembrato quasi che il papà abbia subito voluto raggiungere la mamma il prima possibile, in modo da non lasciarla sola neppure nella morte“, ha detto ancora Roberto. “Lasciano un esempio di vita, valori, sentimenti da emulare, un faro per tutti noi” conclude il signor Meneghelli. (fanpage.it)