Coronavirus: altri 8 guariti a Villa Margherita, entro domani più di 20 dimissioni

22 Aprile 2020

Coronavirus: altri 8 guariti a Villa Margherita, entro domani più di 20 dimissioni

Sono giornate di doppi tamponi negativi, guarigioni dal Covid-19 e dimissioni di pazienti presso la Casa di cura Villa Margherita di Benevento. Un momento atteso in Clinica, come un caldo spiraglio di sole dopo lunghe giornate grigie. Dei 47 pazienti attualmente ricoverati presso la Clinica di Piano Cappelle, infatti, 9 sono stati dimessi ieri (martedì 21 aprile) a seguito del doppio tampone negativo e altri 8 oggi (mercoledì 22). Domani sarà ancora una giornata di dimissioni per un numero programmato di 7/8 pazienti.

Per i 17 pazienti ancora positivi è prevista nel giro di pochi giorni la doppia tamponatura.“Il Covid ha stravolto la quotidianità e l’attività tradizionale della nostra clinica – dice Saverio Santopietro, Direttore Sanitario facente funzione – ma ci stiamo rimettendo in piedi attraverso tanto lavoro che sta dando i suo frutti”.

------------

“Abbiamo garantito – continua Santopietro – l’isolamento necessario e attuato le procedure e i protocolli per assicurare  standard di sicurezza di pazienti e operatori, in ottemperanza con le linee guida del Ministero della salute e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Il tutto cercando nel frattempo di assicurare, con ogni sforzo, adeguata assistenza e cure ai pazienti già presenti in struttura”. “Siamo rimasti – conclude Santopietro – in costante contatto con la Direzione Sanitaria dell’Asl e con il Dipartimento di Prevenzione, fornendo anche quotidianamente report di aggiornamento”.

Sin qui il comunicato del centro di riabilitazione, ricordiamo che il caso di Villa Margherita è oggetto di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Benevento. Non solo, Villa Margherita e l’avicola di Paolisi sono stati i due grandi focolai della provincia di Benevento e della Valle Caudina. All’inizio dell’emergenza si temeva solo per il rientro delle persone che si trovavano al Nord, Poi, all’improvviso  si sono scatenate queste due situazione, una delle quali ha portato Paolisi ad essere dichiarata zona rossa e solo ieri resa, il centro caudino, è uscito da quella situazione di completo isolamento.

Continua la lettura