Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Coronavirus: gli imbecilli della Valle Caudina per strada e sul web

Pubblicato il 12 Marzo 2020 - 10:02

Coronavirus: gli imbecilli  della Valle Caudina per strada e sul web

Ancora troppa gente in giro per strade  e flotte di imbecilli ed irresponsabili sul web. Non solo dobbiamo difenderci dal Coronavirus, ma dobbiamo fronteggiare queste due pericolosissime categorie,  formidabili alleati per il contagio e per creare una clima di paura.

Anche questa mattina, per le strade della Valle Caudina, si stanno notando tante persone che, sorde a tutti gli appelli, se ne vanno in giro come se nulla fosse. Ci auguriamo che al più presto le forze dell’ordine intervengano, appare chiaro, però, che dovrebbe prevalere il senso di responsabilità rispetto al forte pericolo del contagio.

Tanti che restano a casa, però, fanno anche peggio. Questi imbecilli non trovano meglio da fare che diffondere false notizie su persone contagiate che creano una forte psicosi in tutti. Lo fanno usando chat whatapp e facebook. Solo nella giornata di ieri, Il Caudino ha dovuto smentire due di queste notizie, una a Tufara Valle e l’altra a Forchia.

Il vice sindaco di Forchia Margherita Giordano ci ha annunciato che agirà legalmente contro queste persone che hanno creato un forte allarme nella comunità. Non basta il Coronavirus, il restare tappati in casa, dobbiamo difenderci contro questi cretini che girano senza scopo per le strade e fanno girare delle bufale pazzesche e pericolose.

Oltre ad essere punita dalla legge, questa gente dovrebbe essere isolata dalla società, altro che quarantena. Per inciso, ad oggi, in Valle Caudina si conta un solo contagio a Sant’Agata dei Goti, tutto il resto è falso. Restate in casa, per favore, e leggete qualche libro, hai visto mai che possiate imparare qualcosa.

Continua la lettura