Quantcast
Attualità

Coronavirus: l’amministrazione comunale di Sant’Agata dei Goti in campo per i più deboli

di  Redazione  -  10 Aprile 2020

L’Amministrazione comunale di Sant’Agata dei Goti, sta lavorando a tempo pieno per attuare tutte le iniziative utili al contenimento del contagio e al sostegno delle famiglie e delle imprese in difficoltà.

 

Stiamo facendo tutto il possibile, ha dichiarato il vicesindaco con delega alle Attività Produttive dr. Marco Razzano per velocizzare le procedure e venire incontro alle necessità e ai bisogni primari dei nostri concittadini.

 

Stiamo  espletando le procedure per l’ attivazione dei Buoni Spesa per l’acquisto di generi di prima necessità, generi alimentari, prodotti per l’igiene personale, prodotti per l’igiene della casa, farmaci a totale carico del cittadino, destinati ai nuclei familiari in difficoltà.

 

Non dimentichiamo le piccole e medie imprese di questo territorio, gli esercenti e tutti coloro i quali vivono e si sostengono con attività economiche in questo momento totalmente bloccate o ridotte al lumicino.

 

Non solo daremo immediata attuazione a tutte le misure disposte dallo Stato e dalla Regione Campania per le famiglie e per il comparto produttivo ma attiveremo ulteriori canali e ulteriori misure, ove possibile, per sostenere l’economia della nostra città, del nostro territorio della nostra comunità.

I nostri canali istituzionali offrono ogni tipo di informazione utile e sono sempre aggiornati; l’Ente con la collaborazione costante della Protezione Civile Comunale e delle Associazioni territoriali come il Cireneo Onlus e dei volontari si sta prodigando per fare in modo che nessuno resti in difficoltà, per arrivare a casa di chi non può o non deve uscire.

Continuiamo a rispettare, come stiamo facendo, le regole e a restare a casa.  Il distanziamento sociale è essenziale.

Posso dire, per concludere, che a breve attiveremo anche un numero telefonico  dedicato per fornire chiarimenti e delucidazioni, in particolare per quanto riguarda il comparto economico-produttivo, al fine di indirizzare correttamente i titolari di attività nell’inoltro di domande per sussidi, contributi o accesso al credito agevolato.

Ovviamente non intendiamo sostituirci ai professionisti di settore ma offrire, in questo momento difficile, un ulteriore canale pubblico per sostenere veramente  tutti.

Dobbiamo aiutare e dobbiamo aiutarci. Faremo, come Ente locale, tutto ciò che è possibile fare per garantire a questo territorio, quando l’emergenza sarà realmente finita, una vigorosa ripresa delle attività e della vita sociale.

Perchè questo accada nel più breve tempo possibile, voglio ripetermi, ha concluso Razzano, occorre rispettare le regole e restare a casa”.