Quantcast
Cronaca

Coronavirus: senza medicine da tre giorni, 80enne di San Martino salvata dai carabinieri

di  Redazione  -  26 Marzo 2020

In questo periodo, gli anziani sono ancora più soli. Le persone della terza età che non vivono con i loro familiari stanno attraversando dei momenti durissimi. Qualcuno provvede a fare la spesa e a portare medicine, ma questo non allieva l’isolamento.

A volte, però, può succedere che non ci sia nessuno a prendersi cura di loro. Non c’è un figlio, un nipote, un parente e neanche un’anima buona che si preoccupa del loro sostentamento o di fare una semplice telefonata.

A San Martino Valle Caudina, una donna di 80anni che vive in una zona periferica, da tre giorni aveva terminato i medicinali che l’aiutano a combattere le varie patologie dovute all’età. Da poco, ha cambiato medico e non aveva il numero.

L’80enne si è vista persa, davvero non sapeva come procurarsi le medicine e come andarle a ritirare in farmacia. Purtroppo, non aveva neanche il numero messo a disposizione dal comune. Ed allora, non le è rimasto altro da fare che chiamare alla stazione dei carabinieri, guidata dal maresciallo Franco Rianna.

Finalmente, la vecchina ha trovato una voce rassicurante, ha spiegato il suo problema e lo stesso comandante si è recato in farmacia, ha comprato e pagato le medicine e le ha consegnate all’80enne. Un piccolo, grande gesto di umanità, di cui c’è un gran bisogno in questi tempi bui. La signora quando ha visto arrivare i carabinieri si è già sentita meglio. I militi sono rimasti a distanza di sicurezza, ma solo la loro visione è stato un toccasana.

Da sottolineare che i carabinieri stanno provvedendo, dall’inizio dell’emergenza a queste mansioni. Come tutte le forze dell’ordine, sono in servizio 24 ore su 24. Incessante è il loro impegno per il controllo del territorio e per garantire la sicurezza di tutti. Allo stesso tempo, sono in prima linea per tutte le richieste di aiuto che non sono poche.