Quantcast
Cronaca

Cronaca: apre il gas in casa mentre ci sono due figli, sfiorata la tragedia

di  Redazione  -  25 Febbraio 2020

Quando i carabinieri l’hanno portata via mettendo fine ad una situazione piuttosto allarmante lei ha provato a giustificarsi. “Stavo solo riscaldando il latte: per questo il gas era acceso”.

Così ha provato a giustificarsi di fronte a militari e sanitari del 118 la mamma 30enne fermata nel tardo pomeriggio di sabato, in una traversa accanto al Duomo di Acerra.

L’accusa è molto grave: tentato omicidio. La giovane, in preda a un raptus di follia, avrebbe infatti aperto il gas nel tentativo di farla finita, o almeno è quello che avrebbe voluto far credere al marito che però in quel momento non era in casa.

La donna però sarebbe stata disposta a filmare quel gesto folle, reso ancora più drammatico dal fatto che in casa con lei c’erano i due figli di 7 anni e 3 mesi.

Grazie ad una provvidenziale segnalazione sul posto arrivano i carabinieri che prendono in custodia i bimbi, mentre i vigili del fuoco mettono in sicurezza l’appartamento scongiurando qualsiasi pericolo da una fuga di gas.

La donna prova a giustificarsi dicendo che voleva solo riscaldare il latte, ma le evidenze sono contro di lei: dopo qualche momento di tensione con una parente viene fermata.