Quantcast
Cronaca

Cronaca: scosse di terremoto nella notte, trema la Campania

di  Redazione  -  26 Aprile 2020

Momenti di paura a Napoli e Pozzuoli questa notte a causa di una serie di scosse di terremoto di cui una di moderata entità, la più intensa degli ultimi anni nella temibile area dei Campi Flegrei.

Già ad inizio aprile era stata avvertita una scossa nella zona, ma questa notte la terra ha tremato con maggior vigore senza dubbio stando anche alle numerosissime segnalazioni giunte in redazione.

Sono state registrate tre scosse di terremoto esattamente tra Pozzuoli e Napoli, nella zona di Antiniana e Bagnoli, poco a sud della Riserva Naturale del Cratere degli Astroni (area soggetta al bradisismo da sempre).

La prima scossa è stata registrata alle 04.16 ed è stata di magnitudo 2.0 (avvertita con dei boati in prossimità dell’epicentro).
La seconda scossa è avvenuta alle 04.41 ed è stata di magnitudo 2.5 sulla scala Richter, avvertita in maniera nettamente più forte. La terza è più forte è avvenuta alle 04.59 ed ha raggiunto la magnitudo 3.1 sulla scala Richter, ad una profondità di appena 2-3 km.

Quest’ultima scossa è stata avvertita intensamente in virtù della profondità estremamente ridotta: migliaia le persone svegliate nel cuore della notte tra Pozzuoli, Napoli, Quarto, Bacoli, Marano di Napoli, Mugnano.

La gente ha percepito boati e tremori sostenuti per pochissimi secondi, tanti quanto bastano per scuotere finestre, armadi, credenze, piatti e letti. Tanta paura ma, per fortuna, senza conseguenze: non ci sono danni a cose o persone.

Si tratta senza dubbio di una delle scosse più intense degli ultimi anni avvenute in quest’area, dove ricordiamo giace il supervulcano dei Campi Flegrei: nessuna eruzione in vista ovviamente, tenendo conto che è normale assistere ad una debole ma anche costante attività sismica.