Quantcast

Dad e lezioni in presenza. Ma voi a scuola ci siete stati?

4 giorni fa
16 Ottobre 2020
di redazione

Dad e lezioni in presenza. Ma voi a scuola ci siete stati? Anna, una nostra giovane lettrice interviene sulla questione dad e lezioni in presenza.

Guida sicura

Lei frequenta l’ultimo anno di un istituto superiore caudino. Le parole di questa ragazza vanno lette con attenzione perché racconta come vivono i ragazzi questo tempo senza certezze. E soprattutto quanto gli adulti, comportandosi nel modo peggiore, fanno mancare loro una guida sicura.

Scuole

Leggo ,stupita, commenti del tipo ‘le scuole dovrebbero essere riaperte per il rapporto sociale dei ragazzi’.

Ed altri ancora che al contrario ‘la scuola bisogna chiuderla, punto.

Mattina

Ma voi a scuola ci siete stati? Ci siete la mattina quando ci urlano di dover stare in fila in modo distanziato?

Regole non rispettate

Ci siete la mattina quando le regole non vengono rispettate e si creano gruppi di decine di ragazzi, che purtroppo sono inevitabili perché provate a gestirli voi centinaia di ragazzi che devono entrare a scuola.

Finestre aperte

Ci siete la mattina quando, chi ci misura la febbre, ci dice ‘no devi stare più indietro’. Ci siete la mattina quando in classe abbiamo le finestre aperte con 10°, l’inverno alle porte,il vento gelido che entra.

Manca il respiro

Ci siete la mattina, con le mascherine addosso, senza poterle togliere un minuto, a momenti neppure per sfamarsi?

Quando anche leggere un rigo di troppo diventa difficile perché manca il respiro. Ci siete la mattina quando la gente si schifa perché abbiamo tutti paura di tutti ?

Studentessa

Sono una studentessa, come tante altre, che ha quasi terminato il percorso degli studi superiori, e non mi aspettavo di dover vivere il mio ultimo anno in questo modo.

Non mi aspettavo di non poter avere una compagna di banco. Non mi aspettavo di non poter seguire sul libro di qualcun’altro.

Luogo importante

La scuola è ,si, un luogo importante per la formazione non solo educativa ma anche sociale dei ragazzi, ma questa non è scuola.

Odio

Cos’è quest’odio che covate per la didattica a distanza? Non vi sentite più sicuri a tenerci a casa anziché sperare che vada tutto bene a scuola?

Uno studente che non vuole seguire non lo fa nemmeno in presenza; un professore in gamba è capace di gestire anche un’aula virtuale.

Parlare a vanvera

Non siete in grado di poter parlare di una cosa che non vivete, perché voi la scuola in questo modo non l’avete mai fatta e a tal riguardo non potete sapere di quanto sia difficile per noi studenti, per i docenti, e per tutto il regime scolastico.

Puntare il dito

E smettiamola di puntare il dito, smettiamola di dare la colpa PRINCIPALMENTE ai giovani, perché gli adulti non sono di certo più maturi,

Dad e lezioni in presenza. Ma voi a scuola ci siete stati?

Vi posso assicurare che ho visto persone ‘giovani’ rispettare più regole di una persona ‘adulta’. E ricordiamo ,comunque, che seppure volessimo dare la colpa alla gioventù, dietro un ragazzo maleducato, c’è sempre un genitore non responsabile.

temi di questo post