Quantcast

Ecco le ipotesi di aperture per il Natale

3 giorni fa
21 Novembre 2020
di redazione

Ecco le ipotesi di aperture per il Natale. La strada è ormai tracciata: la tregua ci sarà. Il governo Conte vuole allentare la morsa delle restrizioni per alleggerire la pressione psicologica sugli italiani ma soprattutto per concedere ossigeno alle attività economiche.

Il primo Natale nell’epoca del Covid inizierà il 3 dicembre, quando scadra’ l’ultimo Decreto del presidente del Consiglio (Dpcm) e saranno fissate le nuove disposizioni anti-virus valide anche per il periodo delle feste. Diversi ministri, a partire da quello della Salute Roberto Speranza, e gli esperti ripetono che per il momento e’ un dibattito “surreale”.

Dpcm

L’ipotesi piu’ attuale e’ che ci sia un Dpcm per il periodo dal 3 dicembre fino a ridosso di Natale e uno per le festivita’ vere e proprie. Sara’ dunque consentito lo shopping per gli acquisti di Natale, con i negozi che potranno rimanere aperti in una fascia oraria piu’ ampia per evitare assembramenti.

Ci sara’ anche l’apertura dei centri commerciali nei fine settimana e nei giorni festivi e saranno contingentati gli ingressi non solo nei negozi ma anche in strade e piazze, soprattutto in alcune grandi citta’ e nel weekend.

Apertura serale anche per ristoranti e pub mentre per il Cenone in casa ci saranno raccomandazioni e non divieti, virtualmente inapplicabili: plausibile che non si possa essere piu’ di sei a tavola, quindi solo conviventi e parenti stretti.

Sei

E potrebbe essere portato a sei anche il numero di commensali nei ristoranti. Quanto agli spostamenti, interdetti nelle zone rosse e limitati in quelle arancioni, anche tra regioni sara’ sempre consentito il ritorno alla residenza o al domicilio, ma non si prevede un esodo dal nord al sud paragonabile a quello di marzo scorso prima del lockdown Italia. Questo anche grazie al massiccio impiego di smart working e lezioni universitarie a distanza introdotto nel frattempo.

Infine il coprifuoco fissato attualmente alle 22 in tutta Italia: potrebbe essere spostato alle 23 o a mezzanotte, ma per la sera del 24 e per quella dei 31 c’e’ anche l’ipotesi che possa arrivare fino all’una di notte. Nessuna deroga dovrebbe invece essere concessa per eventi in piazza o in altri luoghi d’aggregazione, ne’ per le feste.

Ecco le ipotesi di aperture per il Natale

L’obiettivo del governo e dei presidenti di Regione per il momento e’ comunque un altro: fare in modo che la maggior parte delle regioni possano retrocedere dalle zone rosse e arancioni in modo da arrivare al 3 dicembre con buona parte dell’Italia in zona gialla.

temi di questo post