Quantcast

Elezioni Airola, il deputato Maglione king maker

L'interesse diretto di Maglione sembra dare un respiro più ampio a queste elezioni
di redazione
1 settimana fa
29 Aprile 2021
Elezioni Airola, il deputato Maglione king maker

Elezioni Airola, il deputato Maglione king maker.  “Sabato c’è stato il primo incontro con i gruppi politici che hanno raccolto l’invito a costruire un percorso condiviso in vista delle prossime elezioni amministrative ad Airola.

Il deputato Maglione

In particolare i colloqui avviati coinvolgono il M5S, ‘Io Sto con Airola’ e ‘Democrazia e partecipazione’, ma siamo aperti alla partecipazione di chiunque voglia apportare il proprio contributo al confronto, con spirito civico e costruttivo’” così in una nota il deputato M5S Pasquale Maglione.

“Rispetto agli incontri, preferisco parlare di gruppi di cittadini piuttosto che di formazioni politiche, perché ritengo fondamentale che il confronto coinvolga quante più persone possibili. In questo momento, – prosegue il deputato – ci stiamo confrontando su idee e valori, non sui nomi.

E’ importante consolidare la base su cui avviare un percorso condiviso di progetti e di idee, da cui possa nascere una formazione civica in grado di presentare una proposta strutturata e convincente alle imminenti elezioni comunali. L’aspetto chiave è quindi la partecipazione. Ecco perché – aggiunge nelle conclusioni Maglione – invito tutti i cittadini a dare il proprio contributo per progettare insieme il futuro di Airola”.

Ricordiamo che ad Airola bisognava tornare al voto alla fine del mese di maggio, in un election day che il governo, causa pandemia, ha posticipato al prossimo mese di ottobre. Si voterà anche nelle grandi città come Roma, Napoli e  Milano.

Nel centro caudino, il sindaco uscente Michele Napoletano ha portato a termine due mandati consecutivi. Non si può più riproporre come candidato primo cittadino.

Una nuova era

Dopo dieci anni. Quindi, si può che si apre una nuova era. La partecipazione diretta di Pasquale Maglione alla competizione, almeno come king maker, potrebbe dare una sorta di respiro nazionale al turno elettorale. Certo è che quando il deputato spiega che si sta parlando di programmi e non di nomi, sa meglio degli altri che il  nome del candidato sindaco farà la differenza.

Temi di questo post