Quantcast

Emergenza covid: 1.215 nuovi positivi e 40 decessi in Campania

Emergenza covid: 1.215 nuovi positivi e 40 decessi in Campania.  Si registrano  1.215 , di cui 48 casi identificati da test antigenici rapidi, nuovi positivi al  Covid 19 in Campani.
di redazione
1 mese fa
21 Gennaio 2021

Emergenza covid: 1.215 nuovi positivi e 40 decessi in Campania.  Si registrano  1.215 , di cui 48 casi identificati da test antigenici rapidi, nuovi positivi al  Covid 19 in Campania. Di questi,  1.072 asintomatici e 95 sintomatici, su 15.473 tamponi, di cui 1.300 antigenici.Il dato è dell’Unità di crisi della Regione e porta il totale positivi a 210.697, di cui 354 antigenici) per un totale tamponi pari a 2.285.816 , di cui 6.899 antigenici.

Si registrano 40 decessi , 20 nelle ultime 48 ore e 20 in precedenza ma registrati ieri, per un totale deceduti dall’inizio della pandemia a quota 3.511. Sono poi 863 i nuovi guariti, su un totale guariti pari a 136.008. Dei 656 posti letto di terapia intensiva, ne sono occupati 100; dei 3.160 posti letto di degenza, compresi quelli da privati, ne sono occupati 1.440.

. Intanto, si registra un ritardo della fornitura dei vaccini in tutta la regione Campania.

La corsa della Regione Campania e del suo presidente De Luca, ad essere prima per numero di vaccini in Italia rischia di essere un boomerang. Motivo?

Se mancano le dosi di vaccino Pfizer-Biontech a causa di mancati invii dalla casa produttrice si rischia di avere insufficienti dosi per il richiamo del vaccino, ovvero la seconda iniezione che si fa dopo 21 giorni dalla prima.

eri la Regione ha ricevuto in serata la preoccupante comunicazione che la fornitura di vaccini prevista per la Campania il giorno 25 gennaio ha subito un dimezzamento che nessuno si sarebbe augurato.

Lo dice, arrabbiato, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Non si capisce in base a quale criterio. Già i ritardi dei giorni scorsi hanno prodotto una forte diminuzione nelle vaccinazioni. Questa ulteriore riduzione di consegne rischia di bloccare del tutto le somministrazioni, determinando una situazione gravissima e inaccettabile. Siamo consapevoli delle grandi difficoltà create dai forti ritardi della casa produttrice. Ma a maggior ragione è tempo di scelte chiare e oggettive”.

Scrive De Luca in una nota

È indispensabile garantire il completamento dei richiami per i primi vaccinati. Questo può avvenire solo sulla base di un unico criterio oggettivo. Un vaccino per ogni cittadino, operando già in questa fase un riequilibrio rispetto alla prima distribuzione di vaccini avvenuta sulla base di criteri fortemente sperequati.

Il riferimento è al commissario delegato alla campagna vaccinale, Domenico Arcuri. “Proceda – dice De Luca – sulla base di una linea di equità e oggettività assoluta, a tutela dei nostri concittadini.

nel pieno rispetto di uno sforzo organizzativo enorme compiuto dalla Regione Campania, e che non può essere per nulla vanificato. Siamo pronti, in caso contrario, a tutelarci in ogni sede e con ogni mezzo”.

Vaccino Covid, Campania consegne dimezzat

La Campania ha una incidenza del Covid minore rispetto alle regioni in zona rossa, ma è ancora seconda per numero di casi in Italia. A documentarlo sono dati dell’osservatorio indipendente Gimbe: aggiornati al 20 gennaio 2021.

Emergenza covid: 1.215 nuovi positivi e 40 decessi in Campania

Mostrano che le restrizioni di Natale hanno avuto successo e non hanno determinato una impennata del numero di casi, tuttavia, non possiamo dirci per nulla tranquilli. Nella relazione tra incidenza per 100.000 abitanti e incremento percentuale dei casi la Campania si posiziona in una cosiddetta ‘zona verde’.

Cosa significa verde? Che abbiamo un numero di nuovi casi di Covid-19. per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane  inferiori alla media nazionale.

Temi di questo post