Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Emergenza covid, obbligo mascherine e scattano i controlli

Pubblicato il 7 Ottobre 2020 - 18:58

Emergenza covid, obbligo mascherine e scattano i controlli

Emergenza covid, obbligo mascherine e scattano i controlli. Il governo ha approvato il nuovo decreto legge contenente le misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia di coronavirus fino al prossimo 15 ottobre.

Speranza

Queste erano già state preannunciate dall’intervento del ministro della Salute, Roberto Speranza, in Parlamento.

L’esponente di Leu, infatti, aveva detto: “Verranno confermate le misure essenziali fino a qui adottate.

Ma ci sarà un primo rafforzamento di queste misure. L’asse portante poggia su tre regole: utilizzo corretto delle mascherine, che verrà esteso anche all’aperto; in ogni situazione in cui c’è il rischio di incontrare persone non conviventi bisogna indossarla.

Lavoriamo nelle prossime ore per aumentare il livello dei controlli sugli assembramenti, non ce li possiamo permettere. Il terzo punto riguarda il lavaggio delle mani. Su queste regole essenziali c’è la piena condivisione della comunità scientifica mondiale”.

Mascherine obbligatorie anche all’aperto

Con il nuovo decreto vengono quindi confermate le misure anti-contagio attualmente in vigore, che in alcuni casi saranno rafforzate. Come per le mascherine, che dovranno essere obbligatoriamente indossate anche all’aperto e non più soltanto nei luoghi pubblici al chiuso e nei mezzi i trasporto.

Emergenza covid, obbligo mascherine e scattano i controlli

Come ha spiegato il ministro Speranza, con il nuovo decreto si andranno anche ad aumentare i controlli in modo da verificare il pieno rispetto delle regole da parte di tutti e assicurare che non si verifichino assembramenti, i quali potrebbero favorire una più ampia diffusione dei contagi.

Multe sino a mille euro

Chi sarà sorpreso fuori dalla propria abitazione senza la mascherina andrà incontro a multe dai 400 fino ai mille euro. Sanzioni che si fanno però ancora più severe per chi viola la quarantena: si va dai 500 fino ai 5mila euro con l’arresto dai 3 ai 18 mesi.

Esercizi pubblici

Anche gli esercizi pubblici che non rispettano le norme anti-contagio rischiano grosso: dai 400 ai mille euro di multa, più la chiusura del locale da 5 a 30 giorni.

Continua la lettura