Farmaci, Florio non cede: Dovete prenderli ad Avellino!

Farmaci, Florio non cede: Dovete prenderli ad Avellino!

6 Agosto 2014

di Il Caudino

Una nota di 4 mila battute (spazi inclusi) scritta in stretto burocratese per ribadire: inutile che protestate i farmaci dovete venirli a prendere ad Avellino. E’ quanto emerge da una nota dell’Asl guidata da Sergio Florio fatta pervenire a tutti gli organi di stampa tranne che al nostro sito. La riportiamo per dovere di cronaca, affinchè tutti i cittadini e gli amministratori locali possano farsene un’idea. Non riusciamo più a trovare le parole per far capire ai burocrati dell’Asl una cosa semplice: SONO MALATI GRAVI CHE NON POSSONO ACCOLLARSI TANTI CHILOMETRI! Potete utilizzare tutti i riferimenti legislativi che volete: questo è un caso di coscienza. La farmacia di Cervinara non deve essere chiusa. Noi del Caudino continueremo la nostra battaglia. Ma dove sono i politici? I deputati? I senatori? I consiglieri regionali? Fin dove si dovrà arrivare? Di seguito la nota dell’Asl:

“In merito agli appelli ed alle non note considerazioni apparse sulla stampa circa il riassetto delle Farmacie dell’ASL Avellino, si ritiene doveroso, per mero amore di verità, fornire alcuni chiarimenti alla popolazione assistita. L’Asl Avellino – si legge nella nota – sconta un pluriennale blocco del turnover causato dall’essere la Regione Campania in “piano di rientro”. Negli anni, soprattutto alcune figure di alta professionalità, hanno finito con l’essere decimate nell’impossibilità di veder subentrare nuovi assunti a fronte di pensionamenti. Inoltre diversi fattori regolatori nazionali e regionali hanno impegnato le strutture aziendali in funzioni prima non previste, che vanno dalla maggior tutela della sicurezza dei cittadini alla difesa dall’utilizzo distorto delle risorse pubbliche. L’Asl Avellino è attiva nel superare il blocco del turnover e pronta a rendere più capillare il servizio in coerenza con le migliori pratiche operative e le risorse di personale a propria disposizione. In questa ottica la Direzione Aziendale continuerà ad uniformare ed ottimizzare l’offerta al cittadino tenendo conto del territorio e applicando anche norme nazionali di salvaguardia riferite alla Legge n. 190 del 0611112012 ” Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione ” . Pertanto attiverà anche attività di rotazione degli incarichi dirigenziali *Definisce criteri per assicurare la rotazione dei dirigenti nei settori particolarmente esposti alla corruzione e misure per evitare sovrapposizioni di funzioni e cumuli dì incarichi nominativi in capo ai dirigenti pubblici, anche esterni”, in primis nei Distretti Sanitari e successivamente nelle altre strutture delle Macroaree Aziendali. La Direzione Aziendale si misura con questi vincoli contando sulla collaborazione di tutti e mette in campo azioni di razionalizzazioni che, specialmente quando positive, passano come forse è giusto, ma senza dubbio naturale, sotto assoluto silenzio. E’ il caso, ad esempio, dell’universalizzazione del sistema di Distribuzione dei Farmaci del cosiddetto prontuario Ospedale-Territorio (PHT). Fino all’intervento di questa direzione, molti cittadini erano costretti a recarsi presso i nostri Punti Distribuzione Farmaci (nei giorni e negli orari previsti a causa della prima citata mancanza di personale). Con l’universalizzazione del servizio quegli stessi farmaci (tutti quelli consentiti dalla legge) grazie anche alla collaborazione offerta dalle Farmacie del territorio sono oggi disponibili nella farmacia più vicina alla propria abitazione. Sono migliaia gli assistiti che ogni mese si servono di questa rete che consente al contempo all’Asl di Avellino di essere tra quelle più virtuose (i risparmi da quest’anno restano agli irpini) cui è stato affidato il compito di redigere il progetto regionale sul tema dei farmaci distribuiti “per conto”. Per alcuni altri farmaci (oncologici, nuovi anticoagulanti orali, immunostimolanti, Legge 648196, Malattie Rare, Fibrosi Cistica, Morbo di Cooley ecc. ecc.), la normativa vigente impone l’obbligo del “monitoraggio” poiché o di nuova introduzione (Farmacovigilanza post-marketing) o per restrizioni d’uso. Per questi non è possibile (per ora) affidare il servizio alle Farmacie convenzionate pertanto i pazienti o i loro familiari dovranno ritirarli presso i Punti di Distribuzione Farmaci Aziendale (Farmacia Territoriale del Presidio Ospedaliero di Ariano Irpino e Farmacia Interdistrettuale presso Distretto di Avellino). La riorganizzazione attuata è risultata necessaria per il concorrere di numerosi necessari riassetti che consentono di recuperare funzioni aziendali obbligatorie e per garantire la sicurezza ed il pari trattamento ai cittadini che utilizzano farmaci e presidi (tutti i farmaci e tutti i presidi) sul territorio provinciale”.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST asl cervinara Florio Home valle caudina