Ferrovia Benevento-Napoli: il nuovo treno non passa sotto la galleria

29 Aprile 2014

Ferrovia Benevento-Napoli: il nuovo treno non passa sotto la galleria

La Ferrovia Benevento-Napoli è l’unico collegamento che attraversa tutta la Valle Caudina e che ogni giorno porta migliaia di cittadini nel capoluogo campano.
Da anni sono proprio i pendolari a denunciare i disagi di una linea ferroviaria dove si accumulano ritardi e difficoltà di ogni tipo. Ognuno di noi ha un amico che viaggia sulla “Fbn” e conosce di cosa stiamo parlando.
Qualche mese fa, però, l’assessore regionale ai Trasporti, Sergio Vetrella annuncia una novità importante: l’arrivo di un nuovo treno. Si tratta di un modello Alfa Star della Firema (la foto è tratta dal sito ottopagine.it, tutti i diritti riservati).
Un mezzo moderno che finalmente potrà dare qualche sollievo a chi ogni giorno è costretto a viaggiare, mediamente, un’ora e mezzo per arrivare a Napoli.
Il treno, però, prima di entrare in servizio dovrà fare il “rodaggio” tipico per questi mezzi (percorrere cinque mila chilometri per poi essere sottoposto ai controlli obbligatori). Ma non è tutto.
Il nuovo treno, infatti, non entra nella galleria che si trova sul tratto ferroviario prima di Benevento. E non è uno scherzo.
In parole povere: il mezzo è un po’ più grande di quanto la Galleria “Gran Torino” (cosi si chiama) consenta.
Come mai? Risponde direttamente l’ufficio stampa dell’Eav, l’ente gestore della linea: “La galleria fu quasi distrutta dai tedeschi durante la ritirata del 1943. Quando dopo la guerra sono state fatte le opere di consolidamento, si è creato un cosiddetto “punto singolare”, cioè c’è un angolo in cui la galleria si restringe”. Secondo l’Eav, “Il nuovo treno è realizzato con i più alti standard di sicurezza del settore e quindi è un po’ più grande di quelli che circolano già sulla linea Benevento-Napoli”.
Sempre dall’Eav rassicurano: “Mentre il treno realizza tutti i test di pre-ingresso, saranno fatti i lavori per la galleria. Il programma non cambia e i pendolari non avvertiranno alcun disagio ulteriore: il mezzo sarà presto operativo”.

Angelo Vaccariello
@angelismi

Continua la lettura