Infrastrutture, De Caro: Massimo impegno

Infrastrutture, De Caro: Massimo impegno

1 Maggio 2014

di Il Caudino

Un impegno concreto per la realizzazione delle infrastrutture, fondamentali per lo sviluppo della Valle Caudina. E solo lo sviluppo crea lavoro. Il partito democratico di San Martino Valle Caudina ha posto al centro delle riflessioni del primo di maggio, la necessità di dotare la Valle di snodi viari e ferroviari moderni ed efficienti. Lo ha fatto, organizzando un convegno che si è svolto nell’aula consiliare del piccolo centro. Il segretario della locale sezione, Ivan Clemente, il capogruppo in consiglio, Francesco Sorrentino, il segretario della Cgil trasporti sannita. Carlo Finozzi, i sindaci di San Martino e Montersarchio hanno ragionato su questo tema con il sottosegretario alle infrastrutture, Umberto Del Basso De Caro, Una riflessione che avviene nell’ambito della città caudina dei servizi, cosa che da più forza ad ogni vertenza. Le linee principali, in questo tema, sono tre. Bisogna completare la Fondo Valle Isclero, per dirigersi, celermente, verso Roma e,quindi, il nord del paese. Resta solo un chilometro da completare per una spesa di otto milioni di euro e, secondo Del Basso De Caro, non ci dovrebbero essere particolari problemi per portare a termine questa opera che dovrebbe servire anche decongestionare il traffico di mezzi pesanti lungo la strada statale Appia. Anche per il terzo lotto della Paolisi – Pianodardine, quello che arriva sino ad Altavilla Irpina, nell’ambito dell’accelerazione della spesa, sono stati stanziati i novanta milioni di euro necessari. E, a breve l’Asi dovrebbe bandire anche la gara di appalto. Poi si dovrà lavorare per ottenere il finanziamento per il quarto ed ultimo lotto. Su questo particolare aspetto ci sarebbe tanto da recriminare, in quanto, troppo tempo prezioso è stato perso, per una sordità assoluta da parte della regione Campania e per lo scarso impegno della classe dirigente irpina. Ma ora è necessario ragionare sull’oggi e pensare soprattutto che un lavoro pubblico di tale cifra, sarà importante anche per l’indotto della Valle Caudina. Del Basso De Caro conosce benissimo anche la vicenda della tratta ferroviaria Benevento- Napoli, via Valle Caudina. Da consigliere regionale di minoranza, la vergognosa situazione in cui sono costretti a viaggiare i pendolari, è stato spesso al centro delle sue denunce. Anche su questo versante, finalmente, sono stati liberati i venti milioni  di euro che dovevano essere stanziati nel 2009 ma che poi sono stati bloccati dalla giunta Caldoro. La somma permetterà di ammodernare la linea e fornire dei servizi più decenti ai viaggiatori. Insieme a questo si aprirà un contenzione con Metrocampania per ottenere di nuovo le corse la domenica ed i giorni festivi. Come hanno spiegato Damiano e Ricci, la Città Caudina punta molto sullo sviluppo turistico ed avere un collegamento celere con Napoli risulta fondamentale. Ma è folle pensare che restino fermi proprio nei giorni in cui i turisti si mettono in marcia. 

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST Home San Martino Valle Caudina valle caudina