Cronaca

Michele, un angelo del Signore sulla terra. Foto e video dell’ultimo saluto

Michele, un angelo del Signore sulla terra. Foto e video dell’ultimo saluto

Michele, un angelo del Signore sulla terra. Foto e video dell’ultimo saluto. Con gli occhi pieni di lacrime e tanta rabbia nel cuore, la cittadina di Arpaia ha reso l’ultimo, estremo saluto a Michele Monte. Si tratta del ragazzo di appena 19 anni che ha perso la vita a causa di un devastante aneurisma cerebrale.

La bontà di Michele

Tutti conoscevano Michele, un gigante buono che la gente di Arpaia apprezzava per la sua gentilezza e per la sua serietà. Un ragazzo che non aveva grilli per la testa. Aveva un sogno, quello di diventare un grande chef.

Per realizzare questo sogno, si è impegnato negli studi presso l’istituto Alberghiero e, da poche settimane, aveva iniziato a lavorare in un ristorante di Santa Maria a Vico insieme al fratello Agostino.

Un bravo ragazzo, un figlio che faceva la gioia dei genitori Giuseppe e Giuseppina e che era l’amico di tutti i suoi coetanei. La persona su cui si può sempre contare.

Ma Michele era anche un altruista. Uno di quelli che sta bene quando sa che gli altri stanno bene, quando riesce a strappare un sorriso.

Talmente altruista che ora il suo cuore batte nel petto di un’altra persona che senza quella donazione, probabilmente, sarebbe stata destinata a morire in pochi mesi.

E così, anche per gli altri organi che hanno salvato la vita ad altre cinque persone. Di fronte ad una persona così, che da poco più che ragazzino pensa alla donazione degli organi, bisogna solo togliersi il cappello, inutili sono altre parole.

Struggenti e commoventi le fasi delle esequie. La bara bianca che arriva in chiesa, una bara bianca che racchiude tutti i sogni del mondo. Le parole di don Giovanni che, attraverso il Vangelo ha cercato di lenire lo strazio che stanno vivendo la mamma, il papà, il fratello Agostino, i familiari e gli amici.

L’omaggio di Arpaia

E poi, l’omaggio di Arpaia, omaggio simbolico di palloncini e colombi bianchi che si levano verso il cielo. Il cielo dove Michele è tornato perché lui era un angelo, un angelo del Signore che ha passato un poco di tempo su questa terra, riempendola d’amore.

CLICCA QUI PER IL VIDEO