Attualità

Montesarchio: il Fermi in campo per ricordare la Grande Guerra

di  Il Caudino  -  22 Dicembre 2014

A cento anni dalla ” Grande Guerra”, l’Archivio di Stato di Benevento pubblica la documentazione militare relativa ai caduti sanniti. Gli studenti dell’Istituto Fermi di Montesarchio si attivano per valorizzare il patrimonio della memoria storica nel centenario della prima Guerra Mondiale, non solo visitando l’Archivio di Benevento, ma anche fornendo ulteriori documentazioni e testimonianze relative ai caduti e ai reduci della Valle Caudina.

Gli allievi dell’I. I. S. E. Fermi di Montesarchio hanno risposto con entusiasmo all’invito dell’Archivio Stato Provinciale di Benevento a confrontarsi, riflettere, condividere, contribuendo con le loro ricerche e approfondimenti, sul territorio della Valle Caudina, a rendere sempre più vasto e dettagliato il patrimonio di memoria storica da conservare, per poi poterlo tramandare ai posteri. Le classi che hanno aderito all’iniziativa sono state numerose. Gli alunni, accompagnati dai loro insegnanti, sono stati accolti nei locali dell’Archivio di Stato di Benevento, destinati alla mostra della Grande Guerra, con gentilezza e cortesia, dalla Dott.ssa Valeria Taddeo, dirigente dell’Archivio, la quale, prima di procedere alla visualizzazione dei vari reperti conservati ed esposti, ha spiegato ai giovani visitatori l’importanza e l’utilità degli Archivi Storici e dell’ Archivio di Stato, nonché le difficoltà di conservazione ed archiviazione dei documenti per mezzo delle moderne tecnologie in continua evoluzione. Gli allievi, visionando la cospicua documentazione messa a loro disposizione, in particolare i fogli matricolari dei giovani combattenti e le onorificenze a loro conferite, hanno avuto maggiore contezza del contributo offerto, dalla popolazione della Valle Caudina, durante i difficili anni della I Guerra Mondiale. L’interesse dei ragazzi è stato attratto anche da una straordinaria produzione di materiali documentari diversi: dalle fotografie alle cartoline; dai giornali di trincea ai manifesti; dai fascicoli riguardanti i singoli caduti ai volantini di propaganda; dagli spartiti musicali ai diari e alle lettere. La visita si è conclusa con la consultazione del volume riguardante il primo “ CATASTO ONCIARIO” relativo al territorio di Benevento e risalente al 1742.