Montesarchio: in consiglio comunale è vietato discutere le richieste dei cittadini

Montesarchio: in consiglio comunale è vietato discutere le richieste dei cittadini

21 Settembre 2019

di Redazione

Montesarchio. Purtroppo dobbiamo constatare quanto ormai noto. Una maggioranza consumata e in disaccordo che maschera le sue divisioni con palliativi ridicoli e minimizza, nel contempo, le problematiche politiche.

1- Commissione per gli elenchi dei giudici popolari. Sorrentino e Sandomenico tornano in maggioranza.

2- Commissione locale per il paesaggio… abbiamo scherzato

La fantasia del Sindaco non ha limiti e 35 anni di esperienza politica si vedono tutti. Vi sono problemi? Occorre rinviare perché le soluzioni devono maturare.

Vista la candidatura di soli 10 professionisti, il Sindaco Damiano ha ritenuto opportuno ritirare il punto all’ordine del giorno e riaprire nuovamente i termini per consentire ad altri di presentare la propria candidatura. Chissà quale dovrà essere il numero giusto!

Premesso che la Commissione è scaduta il 10 giugno 2019 e che la presentazione delle domande si è chiusa il 15 giugno, il Sindaco Damiano dopo oltre 3 mesi inserisce la nomina dei componenti della Commissione all’ordine del giorno. Ma con leggero ritardo e dopo una riunione di maggioranza (evidentemente illuminante), qualcuno si accorge che le candidature sono “esigue” e quindi niente nomine e niente Commissione. Abbiamo sollevato le nostre perplessità sulla correttezza e regolarità della decisione soprattutto rispetto ai professionisti già considerati idonei. Secondo il sindaco siamo stati stucchevoli… ai cittadini e ai professionisti le opportune riflessioni.

Interrogazioni

Di male in peggio. Dopo aver rifiutato l’istituzione delle Commissioni Consiliari da noi proposte, considerate inutili dal Sindaco, non abbiamo ricevuto alcuna risposta alle nostre interrogazioni la cui trattazione è stata rinviata al prossimo Consiglio Comunale con una motivazione allo stesso tempo ridicola e offensiva: “Rinviamo le interrogazioni al prossimo Consiglio in quanto abbiamo affidato le questioni agli uffici per gli aspetti tecnici”.

Antenna e randagismo

Passi per la questione “Antenna”, per la quale abbiamo presentato anche una richiesta di accesso agli atti, ma per il “Randagismo” si trattava solo di un aggiornamento. Stanziamento dei 10mila euro per le sterilizzazioni da noi proposto e la definitiva individuazione dell’area di stallo per i cani promessa dal Sindaco nell’ultimo Consiglio Comunale per la quale aveva garantito l’ufficialità entro settembre. Aspetti evidentemente molto tecnici da chiarire! A nulla è valso il richiamo all’attualità ed alla gravità dei problemi legati alla presenza dei randagi, non ultimi gli episodi di aggressione.

Ed infine il “Piano traffico”

Volevamo essere informati circa i risultati di questa prima fase di sperimentazione e gli eventuali sviluppi futuri. Volevamo segnalare le numerose richieste dei cittadini volte a garantire decoro, ordine e sicurezza con particolare riferimento alle scuole. Ma purtroppo non è stato possibile. La maggioranza ha preferito evitare ogni tipo di dialogo dichiarando concluso il Consiglio Comunale. Un atteggiamento irrispettoso non solo della minoranza ma soprattutto dei cittadini che chiedono meno annunci e più fatti.

Al di là delle chiacchiere, solo indifferenza. Davvero un PECCATO.

Gruppo Consiliare
MoVimento 5 Stelle Montesarchio

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST consiglio comunale montesarchio valle caudina