Cronaca

Montesarchio: la morte di Teddy, una riflessione di don Giancarlo

di  Redazione  -  2 Dicembre 2019

Montesarchio.  E’difficile scrivere dopo quello che è accaduto nella notte di sabato e domenica.

Teddy e tanti amici interrogano la vita. Nello sbigottimento e nel dolore, a tentoni, avanzano, come passi nella notte più buia, i nostri perché e le nostre domande.

La risposta però, non è in delle teorie, o congetture ma nella vita stessa. Che ora si stringe, come in un abbraccio, ai genitori di Teddy. Forse è arrivato il momento di ripensare alla vita in senso pieno. Una vita capace di schiudersi, come una piccola aquila appena fuori dall’uovo, immaginando altri voli. Voli in un cielo dove le famiglie aiutano i figli a cercare la bellezza della propria vocazione. Voli in un cielo che sa ancora colorarsi di rispetto, di educazione, di cura, di attenzione.

Un cielo di responsabilità e di impegni per il bene di tutti. In questo paradiso di cielo vola Teddy insieme agli amici e ai giovani che ci hanno lasciato prematuramente. Ma è anche questo il cielo, in cui, ognuno di noi che apre gli occhi alla vita, vorrebbe spiegare le ali della propria esistenza.

 

Don Giancarlo D’Ambrosio