Word of Sport

Morte di Mario Sgambato, la procura apre un’inchiesta

La procura vuole vederci chiaro sui motivi del disastro
sei in  Cronaca

2 settimane fa - 19 Novembre 2021

Morte di Mario Sgambato, la procura apre un’inchiesta. La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha aperto un fascicolo per disastro colposo e crollo colposo in relazione a quanto accaduto a Cancello Scalo, frazione del comune di San Felice a Cancello, dove un uomo, il 74enne Mario Sgambato, è morto.

Crollo della palazzina

Il decesso è avvenuto in seguito al crollo della palazzina di due piani in cui viveva con la moglie Giuseppina (che è estratta viva dalla macerie); il crollo è provocato dall’esplosione dovuta ad una fuga di gas metano e l’uomo è travolto dalla trave di un solaio.

Sul posto, il sostituto della Procura ha disposto il sequestro dell’area del disastro; l’ufficio inquirente (Procuratore Carmine Renzulli) ha inoltre nominato un consulente che dovrà far luce sulle cause della perdita di gas. Sul corpo del 74enne sarà eseguita l’autopsia.

Il miracolo di Giuseppina, estratta viva dalle macerie

SI tratta senza dubbio di un piccolo miracolo. opo 6 ore e mezza la 74enne Giuseppina Sammaciccio è stata estratta dai vigili del fuoco, dopo operazioni molto complicate.

Mario Sgambato disperso

Il marito, Mario Sgambato, che non era in cucina con la consorte, è ancora sotto le macerie e dalle 6 e 40 non ha dato segni di vita.I vigili del fuoco continuano a scavare, il 74enne è disperso.

Morte di Mario Sgambato, la procura apre un’inchiesta
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST disastro maderie mario sgambato Oggi