Quantcast

Picchia la moglie, marito in arresto

Ancora un episodio di violenza in famiglia
di  Redazione
1 settimana fa - 9 Giugno 2021

Picchia la moglie, marito in arresto. E’ finita con l’arresto del giovane marito l’ennesima lite coniugale sfociata in violenza. E’ accaduto a Pignataro Maggiore dove nelle scorse ore sono interventi i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Capua in seguito ad una richiesta di aiuto giunta proprio dalla vittima.

La moglie chiama i carabinieri

La donna dopo essere stata colpita dal marito ha chiamato il 112 facendo giungere sul posto una gazzella della Benemerita. Le forze dell’ordine l’hanno bloccato e tratto in arresto per il reato di maltrattamenti in famiglia. Dopo le formalità di rito il 31enne è stato spedito in carcere a Santa Maria Capua Vetere. Nell’aggressione la donna ha riportato ematomi e ferite medicate dagli operatori sanitari del 118.

Valle Caudina: perseguitano un commerciante, scattano le manette

Un’operazione dei carabinieri ha messo fine ad una vera e propria persecuzione nei confronti di un  commerciante della Valle Caudina

Scattano le manette

Nella tarda serata di ieri ad Arpaia, i militari della locale Stazione Carabinieri, unitamente a personale del Nucleo Operativo della Compagnia di Montesarchio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato una 43enne di Arienzo.

L’uomo deve rispondere di atti persecutori, estorsione e danneggiamento. Mentre per gli stessi reati hanno denunciato in stato di libertà altra persona 28enne sempre proveniente da Arienzo.

La denuncia del commerciante

Tutto nasce dal coraggio di un commerciante che chiede aiuto alle forze dell’ordine. I carabinieri hanno agito , a seguito della denuncia di un commerciante di Arpaia. L’uomo e aveva riferito di reiterati e precedenti episodi vessatori da parte di queste due  suddette persone.

Epilogo della vicenda

Così, dopo la denuncia i militari  hanno effettuato i necessari servizi investigativi e di sicurezza. Ieri sera, si è avuto l’epilogo della vicenda, quando i due malviventi si sono recati presso l’abitazione del commerciante.

I due  hanno iniziato o a danneggiare a scopo intimidatorio alcuni arredi da giardino. Tanto che la vittima, per evitare conseguenze peggiori e farli allontanare, ha consegnato al malvivente più anziano la somma in contanti di 100 euro.

L’intervento dei carabinieri

A questo punto dopo che i due si stavano allontanando, sono intervenuti i militari che hanno sorpreso il 43 enne con i soldi che avevano intascato poco prima. E sulla scorta degli elementi raccolti lo hanno dichiarato in arresto per i reati sopra evidenziati. Contestualmente hanno denunciato in stato di libertà il complice più giovane.

Dopo le consuete formalità, i militari, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, hanno accompagnato lo stesso arrestato presso la sua abitazione nel centro di residenza in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST
Carabinieri marito moglie Oggi