Piera trovata priva di vita dal padre,era mamma di una bimba di 7 anni

12 Aprile 2023

Piera trovata priva di vita dal padre,era mamma di una bimba di 7 anni

Piera trovata priva di vita dal padre,era mamma di una bimba di 7 anni. La madre di una bambina di sette anni, Piera Savarino, di 34 anni, residente ad Asiago, in provincia di Vicenza, è rinvenuta priva di vita la sera di Pasqua nella sua casa, situata in via Bellini.

L’allarme è dato dal padre, Carmelo Savarino, noto medico all’ospedale altopianese, in pensione da alcuni anni e molto conosciuto in città e nel comprensorio.

------------

La drammatica scoperta fatta dal padre

Poco dopo le 20 di domenica, infatti, l’uomo, come riporta il sito ilgiornaledivicenza.it, è rientrato a casa dopo aver trascorso la serata con amici e famigliari per il classico scambio di auguri, casa che da anni Savarino condivideva con sua figlia più giovane e la nipotina.

Una compagnia gradita al pensionato, rimasto vedovo molti anni fa, perdita che la presenza della figlia con la piccola nipote riusciva a riempire, rendendo le giornate più lievi all’apprezzato professionista.

Rientrato, dopo aver fatto visita in particolare all’altra figlia, Savarino ha cercato la figlia Piera, chiamandola più volte per nome. Pensando che la ragazza si fosse addormentata a fianco della figlioletta, l’uomo è entrato nella camera da letto di Piera, trovandola invece a letto, priva di conoscenza.

Nonostante la sua preparazione professionale, che gli ha permesso di applicare tutte le manovre salvavita possibili, la ragazza non si è svegliata, tanto che l’uomo ha dovuto chiedere aiuto al 118, che ha inviato sul posto i sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Asiago.

Gli infermieri e il medico hanno operato per oltre mezz’ora cercando di far tornare a battere il cuore della ragazza, ma purtroppo senza alcun risultato. E alle 20.45 il medico rianimatore intervenuto è costretto a dichiarare il decesso della giovane madre, chiedendo inoltre l’intervento dei carabinieri della stazione di Asiago per le dovute verifiche del caso.

L’autopsia per stabilire le cause della morte

Dalle prime indicazione sembra che la giovane sia colta da un arresto cardiaco mentre cercava di far prendere sonno alla figlia, che da qualche giorno lamentava malesseri riconducibili a un malanno tipico della stagione.

I carabinieri del capoluogo altopianese, al termine di un minuzioso sopralluogo, prolungatosi per quasi tre ore, pare non abbiano rinvenuto nulla di anomalo che potesse in qualche suggerire una possibile causa del decesso della donna.

Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Vicenza, comunque, dopo aver concesso il nullaosta per la rimozione della salma ha predisposto anche il trasferimento della stessa all’obitorio di Asiago, dove rimane a disposizione. Per appurare l’esatta causa della prematura scomparsa della donna si è deciso di procedere con l’autopsia.

Il cordoglio del sindaco di Asiago

È una tragedia che ci lascia senza parole, che colpisce tutta la nostra comunità in una giornata che dovrebbe essere di festa e invece si è tinta di tristezza, commenta il sindaco di Asiago, Roberto Rigoni Stern, subito informato dell’accaduto.

Siamo tutti vicini alla famiglia Savarino in questo momento drammatico, sul quale speriamo si possa fare chiarezza quanto prima. Ci auguriamo che le ragioni di questa morte improvvisa di una giovane madre, che aveva ancora tutta una vita da vivere, siano appurate quanto prima”.

Continua la lettura