Quantcast
Cronaca

Riapre il bar dato alle fiamme a San Martino

di  Redazione  -  14 Luglio 2020

Riapre il bar dato alle fiamme a San Martino. A nove giorni dal vile attentato, Pino Pisaniello ha rialzato la saracinesca del Bar Vittorio a San Martino Valle Caudina, Il regalo più bello per il suo compleanno che è caduto ieri lunedì 13 luglio. Persona di poche parole e di fatti concreti, che non si fa abbattere dagli eventi, anche quelli più negativi.

Ma Pino non è solo e la riapertura del bar non è stato l’unico regalo. Subito dopo l’attentato incendiario, alcuni commercianti del centro caudino hanno dato il via ad una raccolta di fondi in segno di solidarietà. E, come sempre il gran cuore dei sammartinesi ha risposto, in modo generoso all’appello. Proprio ieri, infatti, i fautori della raccolta hanno consegnato a Pino una somma di poco inferiore ai 1500 euro. Un forte segnale di vicinanza e di affetto che arriva da tutti.

Unica nota stonata, purtroppo, arriva dalle indagini. Al momento, restano ignoti coloro che hanno appiccato il fuoco. Sino a pochi giorni fa, gli inquirenti hanno seguito la pista di una vendetta personale. Ma, al netto, non figurano riscontri tali da incriminare qualcuno. Il sindaco di San Martino Valle Caudina ha ottenuto un potenziamento del controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine. Ma, come sempre avviene, si rischia, con il passare dei giorni, un calo di attenzione.

Intanto, oggi Pino ha riaperto, un segnale di speranza che non deve essere disperso.