Quantcast
Attualità

Ritrova la figlia del fratello morto nel 1968 in Venezuela, una bella storia cervinarese

di  Redazione  -  9 Luglio 2020

Ritrova la figlia del fratello morto nel 1968 in Venezuela, una bella storia cervinarese. Grazie ad una videochiamata, per la prima volta nella loro vita, si sono visti. Ma è stato un blog a favorire questo commovente incontro tra zio e nipote. Proprio quando, con il passare degli anni, la speranza si affievolisce, può sempre avvenire un piccolo miracolo.

Miracolo

Il miracolo ha la forma di internet e l’attaccamento alle radici del cervinarese Francesco Viola, già assessore alla cultura ed appassionato scrittore di storia locale. Francesco ha creato il blog Cervinara nel mondo, una bussola per tutti coloro che, in diverse epoche, hanno dovuto lasciare il loro paese e partire per lidi lontani. Un progetto bello ed interessante che continua a raccogliere storie ed emozioni. Ma lasciamo che sia lo stesso Francesco a raccontarci questa commovente storia.

Giorno speciale

Oggi per me è un giorno speciale. Mi arriva una telefonata dal Canada da un caro amico di famiglia, Raffaele Taddeo che mi dice commosso “ho una storia di cuore da raccontarti” e poi grazie infinite per il tuo Blog.

Alcuni anni prima avevo pubblicato la storia di Raffaele Taddeo che finiva l’attività lavorativa andando in pensione. Si congedava  dal mestiere di barbiere dopo una vita costruita in Canada. Raffaele continua ad essere  molto noto a Cervinara per il suo impegno sociale prima come giovane radioamatore e collaboratore della Proloco in varie manifestazioni. Ed  oggi anima l’Associazione Italo Cervinarese a Montreal.

Raffaele e Mariana

Tutti in paese conoscevano la storia della prematura dipartita del fratello di Raffaele. Si chiamava  Nicola e nel 1968 morì, a causa di un incidente, in Venezuela. Raffaele spesso mi raccontava del dolore provato per la morte del caro fratello e del rimorso che aveva dentro per aver cercato senza risultati la piccola figlia di Nicola lasciata a soli due anni.

Anche la madre della piccola non era più rintracciabile. Poi abbiamo saputo che la donna in un tragico destino ha seguito Nicola solo qualche anno dopo. Ma i miracoli succedono ancora. Ed ecco che un bel giorno sotto il post pubblicato sul blog con tanto di fotografia di Raffaele arriva un messaggio. “ Ciao, sono Mariana Taddeo. Figlia di Nicola Paolo Pietro Taddeo. Il fratello maggiore di Rafael. Sono in Venezuela, vorrei sapere dei miei parenti a Cervinara, perché mio padre è morto in Venezuela quando ero una bambina di 1 anno e non ho mai avuto l’opportunità di sentirli.”

Il messaggio sul blog

Il messaggio viene letto da un nipote di Raffaele  cugino di Mariana che si mette subito in contatto con Lei. Mariana è una donna oggi, affermata professionista, il destino finalmente ha voluto farla incontrare con la famiglia del padre.

E’ cresciuta con una sorella della mamma che aveva già altri sei figli. La donna non ha abbandonato Mariana in un orfanotrofio ma è stata una vera madre che con sacrifici le ha dato un futuro. Mi ha detto Raffaele che ha avuto una video chiamata molto commovente con la nipote e  che se non ci fosse stato questo coronavirus in giro nel mondo sarebbe già partito per incontrarla in Venezuela. Noi auguriamo tutta la felicità di questo mondo ad entrambe le famiglie e che possiate recuperare parte del tempo perduto in tutti questi anni con affetto,

Francesco Viola di Cervinaranelmondo