Cronaca

Rotondi: lo scippo all’anziana è solo la punta di un iceberg

di  Redazione  -  30 Maggio 2019

Valle Caudina.” E’ la ferocia di queste persone che terrorizza. Scippare gli orecchini ad una donna anziana mentre sta pregando davanti la statua di San Pio, vuol dire non avere alcuno scrupolo”.

E’ uno dei tanti commenti che sentono in paese questa mattina. Il giorno dopo lo scippo, Rotondi è attonita, impaurita e teme il peggio.

Nel piccolo centro caudino, infatti, gli anziani sono da sempre nel mirino dei delinquenti. E, addirittura, sino a quando si limitano a rubare nelle loro abitazioni e poi a fuggire, questo potrebbe essere anche il male minore. Giova ricordare che a Rotondi, per ben due volte, i furti si sono trasformati in omicidi e le vittime sono state proprio due donne anziane.

” Non facciamo altro che raccomandarci, con i nostri genitori, di non aprire agli estranei. Ora che cosa dobbiamo dir loro, di non uscire di casa? Dobbiamo impedire anche una semplice passeggiata? “.

E’ dallo scorso mese di dicembre che il piccolo centro caudino sembra essere sotto attacco. Diversi i furti commessi, uno anche nell’abitazione della mamma del sindaco, Antonio Russo, messo a segno proprio mentre l’anziana era in casa. Fortunatamente, i ladri non le hanno fatto del male, ma non si può contare sempre sulla buona sorte.

La stessa amministrazione è allarmata e sta correndo ai ripari, installando un sistema di video sorveglianza, ma sarà sufficiente?

Nella piazza principale, gli avventori dei bar discutono sullo scippo alla vecchina. Qualcuno accusa gli immigrati, ma c’è chi fa notare che sono italiani, forse proprio rotondesi, gli autori dei i furti nelle abitazioni. C’è chi, addirittura, propone delle ronde notturne, ma anche in questo caso, qualcun altro sottolinea che l’anziana è stata scippata in pieno giorno.

La gente ha paura, si sente forte questo sentimento. Dopo questo lungo inverno ci dovrebbe essere voglia di uscire, di stare all’aria aperta, ma lasciare le case sguarnite può essere molto pericoloso.

La bella stagione non spazzerà via questa sorta di terrore, se non ci saranno interventi concreti e questi delinquenti non saranno assicurati alla giustiza.