Cronaca

Schiaffi e insulti ai bimbi: in manette maestra delle elementari

di  Il Caudino  -  26 Maggio 2019

Un’insegnante della scuola elementare del Lametino è stata arrestata e posta ai domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme con l’accusa di maltrattamenti in danno di minori: schiaffi, insulti e frasi ingiuriose all’indirizzo dei piccoli alunni. La donna, secondo quanto è stato accertato dai carabinieri, avrebbe reiteratamente utilizzato metodi di correzione caratterizzati da espressioni di violenza verbale, spesso accompagnate da gesti di violenza fisica.

«Smettila di urlare che ti faccio il muso a sangue». E ancora, espressioni gratuitamente denigratorie nei confronti dei piccoli a lei affidati: «Porco, maiale, sono stanca, dovete stare divisi, ognuno nel suo recinto?». Sono solo alcuni dei gesti di violenza fisica e delle espressioni verbali ingiuriose che la maestra rivolgeva ai piccoli allievi. I passaggi più cruenti sono contenuti nei filmati registrati attraverso il sistema di videosorveglianza della scuola elementare, dove la donna residente nel piccolo centro, sposata e con figli, insegnava da anni. Parole e azioni – tutto materiale visionato dagli inquirenti – che, seppure non tali da provocare lesioni, secondo gli investigatori, sono andate oltre quanto consentito dal percorso educativo e dall’uso dei metodi di correzione delle condotte dei piccoli allievi.