Logo

Cervinara: Tangredi e Cioffi, no alla manovra di palazzo

28 Maggio 2022

Cervinara: Tangredi e Cioffi, no alla manovra di palazzo

Cervinara: Tangredi e Cioffi, no alla manovra di palazzo. Apprendiamo dal Caudino le motivazioni, così come illustrate dall’Ing. Ragucci, circa il suo voto favorevole al bilancio, per la verità lo stesso in Consiglio Comunale non ha motivato la sua decisione, ma prendiamo atto di quanto dichiarato agli organi di stampa.

La classica manovra di palazzo

Non vogliamo pensare che sia la classica manovra di palazzo ordita da qualcuno a danno di altri. Il prossimo futuro svelerà quelle che sono le reali motivazioni di questa scelta, noi in questa partita saremo osservatori attenti e puntuali, ma anche pronti a svolgere il ruolo che in questo tempo ci toccherà svolgere, nel rispetto del voto che i cittadini ci hanno assegnato.

Questi il commento di Filuccio Tangredi e Raffealle Cioffi sulla vicenda del voto favorevole al bilancio del consigliere di minoranza Giuseppe Ragucci. Giova ricorda che Tangredi e Cioffi fanno sempre parte della giunta Lengua.

Il Je accuse di Tangredi

Sempre questa mattina, l’ex sindaco Filuccio Tangredi ha effettuato un intervento critico rispetto alla marginalità a cui viene condannata Cervinara, nel più totale silenzio di chi dovrebbe, invece, difenderla.

L’attuale vice sindaco ha voluto evidenziare come per Cervinara ed i comuni limitrofi non sia stato previsto alcun ospedale di comunità o casa di comunità. Non solo, l’unico progetto studiato per rompere l’isolamento, il tunnel del Partenio, è stato bocciato dall’ex presidente della provincia di Avellino Buonopane.

Secondo Tangredi, in poche decine di anni Cervinara avrà una popolazione che non supererà i cinquemila abitanti. Alla sua disamina lunga ed articolata, in consiglio comunale, nessuno ha sentito la necessità di ribattere.