Logo

Terremoto, scossa magnitudo 3.6, trema la Campania

29 Marzo 2022

Terremoto, scossa magnitudo 3.6, trema la Campania

Terremoto, scossa magnitudo 3.6, trema la Campania. Forte scossa di terremoto a Napoli: magnitudo 3.6. Una forte scossa di terremoto è stata registrata a Napoli. La magnitudo è di 3.6 con epicentro zona Solfatara, area via Pisciarelli.

Ad avvertirla moltissimi cittadini della caldera dei Campi Flegrei, dal quartiere napoletano di Fuorigrotta a Pozzuoli, vista anche l’ipocentro, vale a dire la profondità, di 2,7 chilometri.

La scossa è avvenuta nella serata di oggi, martedì 29 marzo. Momenti di paura per chi abita nell’area interessata. Alcuni lettori hanno riferito a Fanpage.it di averla sentita forte e chiaro e in maniera ancora più intensa rispetto a quella dello scorso 16 marzo 2022.

Ad avvertire la forte scossa anche Arco Felice oltre Bagnoli, parte di Fuorigrotta, Agnano e zona Solfatara. Le persone in casa, nei posti di lavoro, negozi, bar e ristoranti sono scese in strada. Non si registrano al momento danni a persone o cose.

Le parole del sindaco di Pozzuoli

Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, sui social ha comunicato: “L’Osservatorio Vesuviano ci ha comunicato l’accadimento di un evento sismico di magnitudo 3,6 localizzato nell’area di Agnano-Pisciarelli.

Il sisma si è prodotto alle 19:45, ora locale, alla profondità di 2,7 km. Sono in corso le verifiche sul territorio da parte della Polizia Municipale, in particolare nelle aree prossime all’epicentro.

Non risultano al momento segnalazioni di danni. L’evento potrebbe essere accompagnato da un boato avvertito dagli abitanti delle aree prossime all’epicentro”.

Nei Campi Flegrei il 16 marzo scorso una scossa di magnitudo 3.5

Il 16 marzo scorso si è registrata un’altra scossa di terremoto, sempre nell’area dei Campi Flegrei, con una magnitudo di 3.5, la più forte dal 1984 ad oggi. Un attività sismica, come spiegano gli esperti dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, legata al fenomeno del bradisismo e alla quale ha fatto seguito uno sciame sismico.

In quel frangente la direttrice della sezione di Napoli dell’Ingv Francesca Bianco ha spiegato a Fanpage.it che la scossa è stata pari alla “maggiore energia rilasciata negli ultimi venti anni”. Il terremoto odierno, però, di magnitudo superiore a quello del 16 marzo scorso, diventa dunque il più intenso degli ultimi 40 anni.