Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Torre chiusa, Damiano: Montesarchio sarà un polo culturale

Pubblicato il 29 Marzo 2016 - 12:10

Torre chiusa, Damiano: Montesarchio sarà un polo culturale

Nel pomeriggio di ieri la Torre di Montesarchio (che ospita il Vaso di Assteas) è rimasta chiusa al pubblico (era aperta di mattina). Grande la delusione tra i tanti che si sono recati per visitare lo splendido castello. Su Facebook si sono scatenate diverse polemiche. Ecco la risposta del sindaco, Franco Damiano:

“Cari amici, di solito non intervengo nelle discussioni fb perché molte volte si parla senza avere cognizioni di causa o in maniera prevenuta anche se ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero. Sull’argomento in questione mi preme fare delle considerazioni per rispetto della verità :

– È stata volontà di quest’Amministrazione dopo anni e anni di incuria e abbandono riaprire la nostra Torre nel giugno del 2015 a spese del Comune con un proprio progetto di valorizzazione.
– Il ritorno del vaso di Assteas a Montesarchio è stato voluto e forse solo la capacità di quest’Amministrazione ha determinato il suo rientro dopo anni di chiacchiere e tempo perso.
-È stata quest’Amministrazione ad aver finanziato la mostra al Museo “Rosso Immaginario” capendo che le nuove tecniche di minipapping potessero diventare un nuovo linguaggio e messaggio per comprendere i dipinti dei nostri vasi caudini.
-È stata quest’Amministrazione ad auto tassarsi non percependo come spesso accade delle indennità di carica per comprare i pali in legno per i percorsi che dal centro storico portano sul piazzale della torre
-È stata quest’Amministrazione a sollecitare la Comunità Montana del Taburno attraverso le nostre buone relazioni a mandare gli operai per fare i bellissimi percorsi pedonali.
-È stata quest’Amministrazione ad aver provveduto a comprare le panchine e a farle installare sul piazzale della Torre.
-E quest’Amministrazione ad avere un idea nuova su quello che può costruirsi per la nostra Comunità per un nuovo rilancio in settori pubblici quali il turismo e i beni culturali di cui Montesarchio è ricca senza sperperare denaro pubblico. 
Abbiamo per la prima volta una collaborazione con Associazioni “le sentinelle” che consentono di avere alcuni nostri siti come la Torre curati e mantenuti a cui va il nostro ringraziamento piu forte per quello che stanno facendo. Anche questo da certezza di una credibilità di progetto da realizzare. 
La strada è ancora lunga adesso siamo partiti il percorso sarà difficile perché bisogna pensare bene e sviluppare nuovi indirizzi ma la nostra comunità è viva e ricca di persone capaci di intraprendere e scommettere nel settore del turismo e de beni culturali che faranno crescere tutto il paese. 
Il Polo Museale Regionale e il Ministero Mibact proprietari dei beni devono convincersi in ordine alla fruizione e agli orari di apertura e chiusura al pubblico in quanto sono loro a determinare tali orari a considerare Montesarchio punto di eccellenza e non è possibile stare in parte chiusi in questi giorni.
 Abbiamo fatto capire che ora Montesarchio è pronta per diventare un Polo Culturale importante della Regione Campania e ci batteremo per questo.
 Franco Damiano”.

Continua la lettura