Uccide la madre di 75 anni con un forte pugno

29 Maggio 2023

Uccide la madre di 75 anni con un forte pugno

Uccide la madre di 75 anni con un forte pugno. Con un forte pugno in pieno volto ha colpito la madre, Mariuccia Godasso, uccidendola l’uomo di 44 anni arrestato dai carabinieri a Torino.

È proprio lui a presentarsi in caserma confessando di aver picchiato l’anziana madre ritrovata morta nell’appartamento del quartiere periferico Barca di Torino dove viveva. In un primo momento l’ipotesi iniziale era che la donna potesse essere morta a causa di una caduta accidentale.

------------

La denuncia del padre di Gianluca Berardino

La svolta nelle indagini è arrivata quando il marito della vittima, una donna di 75 anni, si è presentato alla stazione dei carabinieri di borgata La Falchera per denunciare il figlio, Gianluca Berardino, accusandolo di maltrattamenti in famiglia, vessazioni e aggressioni subite nel tempo.

Secondo il racconto dell’uomo, il 44enne avrebbe maltrattato per anni gli anziani genitori arrivando al culmine lo scorso sabato quando ha aggredito mortalmente la madre.

Il cadavere della donna era ritrovato nel suo appartamento, nel quartiere periferico Barca, sabato scorso, ma inizialmente l’ipotesi circolata era che l’anziana fosse deceduta per una caduta accidentale.

Ipotesi su cui i carabinieri della compagnia ‘Oltre Dora’ hanno da subito nutrito seri e forti dubbi. Durante le indagini hanno ascoltato anche il padre del 44enne e marito della vittima che ha confermato le vessazioni perpetrate dall’arrestato.

L’assassino si è costituito

Questa mattina il 44enne si è presentato spontaneamente dai militari dell’Arma, ammettendo di aver colpito la madre al volto con un pugno, senza alcun motivo apparente e di averla lasciata esanime a terra.

In un primo momento era proprio lui a raccontare al padre prima e agli inquirenti dopo che l’anziana era caduta da sola in casa. I carabinieri hanno quindi condotto ulteriori accertamenti e raccolto testimonianze per chiarire la dinamica dei fatti. Le indagini sono ancora in corso e il fermo dell’uomo per omicidio è in attesa di convalida.

Continua la lettura