Quantcast
Cronaca

Valle Caudina: aumentano i pericoli sulla scorrimento veloce e nessuno interviene

di  Redazione  -  5 Luglio 2019

Valle Caudina.  Cosa deve succedere per poter contare su quello che dovrebbe essere un normale intervento di manutenzione? Cosa aspetta il consorzio Asi di Avellino, che ci scappi il morto? Cosa  attendono i sindaci di Paolisi, Rotondi, Cervinara, San Martino e Roccabascerana a denunciare tutto ai prefetti di Avellino e Benevento?

La strada a scorrimento veloce che taglia l’Appia da Paolisi sino a Roccabascerana è un’arteria ad alto rischio perchè il consorzio Asi di Avellino, ente gestore, non si preoccupa di effettuare un minimo di manutenzione. In pratica non fa il suo dovere.

Con il passare dei giorni, sono settimane che denunciamo questo scempio, i pericoli aumentano. La vegetazione ha invaso entrambe le carreggiate e la visibilità si riduce sempre di più. Le vetture sono portate a dirigersi al centro della strada, innescando il pericolo, concreto, di incidenti.

Nei fine settimana questi rischi aumentato perchè aumenta il traffico veicolare, sopratutto nelle ore notturne. I ragazzi caudini, in queste belle serate, si spostano da un paese all’altro, usando spesso l’asse attrezzato. Tutti sanno di queste abitudini ma l’Asi fa orecchie da mercante, se ne frega dei rischi, se ne frega dei pericoli che corre chi percorre quella strada. A questo atteggiamento è necessario rispondere e farlo subito.

I sindaci devono denunciare tutto ai due Prefetti. Non c’è altro da fare e non c’è tempo da perdere.