Cronaca

Valle Caudina: il trucchetto tutto caudino del reddito di cittadinanza

di  Redazione  -  24 Luglio 2019

Valle Caudina. E’ il metodo più ingegnoso e, probabilmente, il meno tracciabile per avere più denaro contante possibile dal reddito di cittadinanza.

Un metodo, almeno per il momento, tutto caudino, di cui non si può andare fieri. Quello di appostarsi nei pressi delle casse dei supermercati ed offrire, a gente che neanche si conosce, di pagare con la propria carta, sembra essere di gran lunga superato. Basta avere un gruppo di amici, organizzare una bella cena, l’ideale in queste calde sere d’estate, ed offrirsi di andare a fare la spesa.

Nelle nostre cene, è notorio, non si lesina in libagioni, anche perché poi, ripartita la somma tra i partecipanti, diventa irrisorio il costo. I classici dieci euro a testa, per antipasto, primo, secondo, contorni vari, frutta dolce, vino e caffè.

Due o tre cene al mese, con una decina di amici e si può contare su un centinaio di euro contanti alla volta. Molto di più di ciò che offre la carta. Con il contante, naturalmente, si può acquistare ciò che è vietato, come alcolici, sigarette e caffè. Non solo, si può sperperare tutto nelle macchinette mangiasoldi che sono la maledizione di tantissime famiglie caudine.

Senza contare che, facendo in questo modo, si sottraggono beni di prima necessità alle proprie famiglie.

Può far sorridere conoscere queste storie, ma dietro ci sono sempre vicende border line ed allora il sorriso dure solo un attimo.