Word of Sport

Valle Caudina: sequestrata merce “falsa”

sei in  Attualità

7 anni fa - 24 Settembre 2014

Maxi sequestro di merce contraffatta da parte della Guardia di Finanza. I controlli delle Fiamme Gialle hanno riguardato anche Montesarchio. Finiscono sottochiave prodotti elettrici ma anche marche del lusso nell’abbigliamento. Ecco tutti i dettagli: “Nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio posto in essere da parte del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento, nel corso di controlli effettuati presso negozi di casalinghi e materiali elettrici nell’ultima settimana, i Finanzieri del Nucleo pt hanno sottoposto a sequestro in Benevento, Montesarchio, Morcone, Apice e Telese Terme circa 298.000 articoli di materiale elettrico ed articoli da emporio (lampade elettriche, lampade per autovettura, rasoi elettrici, mini laser, casse per pc), mancanti delle etichette/istruzioni in lingua italiana in violazione del Codice del Consumo e circa 700 articoli recanti marchi contraffatti (borse GUCCI, ARMANI, PRADA, LOUIS VUITTON, scarpe HOGAN e occhiali RAYBAN e CD/DVD illecitamente riprodotti).
Nei confronti di tre esercenti è stata contestata la prevista violazione amministrativa mentre si è proceduto alla segnalazione all’Autorità Giudiziaria nei confronti di altri tre soggetti. Si può stimare che la merce avrebbe reso alla vendita circa 150.000 euro.
Le ultime operazioni condotte dai Finanzieri del Comando Provinciale dimostrano, ove ve ne fosse ancora bisogno, che la vendita di prodotti contraffatti o non conformi è in deciso aumento, soprattutto per quel che riguarda i prodotti di elettronica di uso comune, venduti a prezzi particolarmente bassi.
A tal riguardo, l’incessante impegno delle Fiamme Gialle è finalizzato non solo alla tutela dell’economia legale ed al contrasto degli illeciti economico-finanziari, ma anche alla tutela della salute dei consumatori e della sicurezza dei prodotti, considerato che l’acquisto di prodotti non conformi/contraffatti può comportare seri rischi alla salute a causa della scarsa qualità delle materie prime utilizzate per la loro realizzazione”.

Valle Caudina: sequestrata merce “falsa”