Logo

Valle Caudina: torrente Isclero, richiamati i comuni di Cervinara e Rotondi

13 Settembre 2019

Valle Caudina: torrente Isclero, richiamati i comuni di Cervinara e Rotondi

Valle Caudina. Il responsabile del Settore Ambiente e Viabilità, Servizio Tutela, Valorizzazione e Recupero Ambientale della Provincia di Avellino, con una nota, richiama ai propri doveri i comuni di Cervinara, Rotondi, e li invita “ad eseguire per quanto di competenza ai sensi di legge ovvero del proprio regolamento comunale sugli scarichi in corpo idrico superficiale e/o su suolo, controlli, monitoraggi sulla presenza di eventuali scarichi non autorizzati, ovvero non conformi alla norma, nel torrente Isclero che possano compromettere la qualità delle acque e l’ecosistema fluviale”.

Richiamati anche Arpac, Asi e Alto Calore

Nella stessa lettera, inoltre, l’Ente provinciale invita: “Il Dipartimento ARPAC di Avellino a prevedere… campionamenti lungo il torrente Isclero, nel tratto in cui il fiume attraversa i comuni di Cervinara e Rotondi, finalizzati ad accertare eventuali problematiche di qualità delle acque. Il Consorzio Asi di Avellino e l’Alto Calore spa, in qualità di gestori di reti fognarie pubbliche e/o depuratori pubblici, di intensificare i controlli sulle infrastrutture in gestione che eventualmente recapitino i reflui nel torrente Isclero e/o nei suoi affluenti al fine di individuare e segnalare eventuali anomalie in relazione alla criticità in esame”.

La missiva della Provincia è la risposta alle segnalazioni-denuncia fatte di recente dal Gruppo Consiliare Terramia di Rotondi.