Attualità

Airola, il Pd attacca sulla differenziata

di  Il Caudino  -  1 Giugno 2019

DIFFERENZIATA AD AIROLA: Non ci piace che i cittadini vengano presi in giro, facendo risultare per un grande risultato il 76,38% della differenziata nei primi 4 mesi del 2019. Per questo portiamo chiarezza sulla questione differenziata ad Airola

Tutti sanno che una delle tre motivazioni che ci spinsero a sostenere Napoletano nel 2016 furono i risultati nella raccolta differenziata. Infatti, come si può ben vedere dai dati sotto riportati tratti dai dati regionali certificati presso l’ORGR, con la gestione Napoletano la percentuale di differenziata è salita nel 2013 per restare stabile. Tuttavia, come già detto più volte, poi l’azione amministrativa è diventata statica. Ciò è coinciso infatti con l’abbassamento della percentuale nel 2018 (sono i dati comunicati dal sindaco). Non diciamo sciocchezze e non ragioniamo per partito preso contro o a favore nessuno.

In questi anni gli sforzi dell’amministrazione e dei cittadini tuttavia non sono coincisi con un abbassamento delle tariffe. Dal 2011 al 2019 una famiglia di 4 persone con un appartamento di 130 mq paga da circa 300 euro a circa 600 euro. Ci riserviamo di dare dati puntuali appena arriveranno i bollettini della TARI 2019.. Comunque, credeteci sulla parola, c’è stato un raddoppio della tariffa. Ciò è naturalmente ben spiegabile. Il contratto di appalto andava rinnovato, come abbiamo detto dai balconi. Quello vecchio era fonte di troppi disservizi. Il rinnovo quindi c’è stato. Oggi tutti possono misurare i benefici del rinnovo: ci sono più giorni per i conferimenti di umido e carta, c’è un capitolato per la lo spazzamento delle strade, c’è il servizio della motoscopa, a breve saranno distribuite le compostiere, è prevista l’istallaione di 200 cestini per le strade, c’è uno sportello per segnalare disservizi. Tutte cose molto positive.

Tuttavia dobbiamo dire forte e chiaro una cosa: ai cittadini di Airola non interessa la propaganda. Interessa che i cestini vengano messi, che la motoscopa spazzi bene, che i tempi di raccolta vengano rispettati specie la mattina, che tutto si traduca in un risparmio per chi sa differenziare. Infatti dobbiamo infatti ammettere che la cultura della differenziata ed il civismo ad Airola stanno attecchendo. Sentite parlare i nostri bambini o i nostri giovani e capirete!.

Per questo ad esempio ci aspettiamo dall’amministrazione che abbiamo eletto che i 200 cestini che verranno istallati siano differenziati per carta, plastica e umido.
Ci aspettiamo che chi si dota di compostiera usufruisca di uno sconto di almeno il 20%.
Ci aspettiamo che l’isola ecologica sia al più presto messa in funzione e che chi si impegna conferire la plastica nell’isola ecologica abbia sconti ulteriori.
Ci aspettiamo inoltre che la componente CARC del piano finanziaro TARI (Il Comune di Airola la tiene inspiegabilmente a 90mila euro, mentre comuni come Cervinara e Montesarchio la tengono a 20mila circa) venga rivista.
Ci aspettiamo che il comune velocizzi le azione di recupero presso i cittadini che non pagano la TARI (pere che siano tra il 15/20%).
Ci aspettiamo infine un controllo serrato dell’anagrafe delle utenze TARI, specie quelle commerciali.

Noi non siamo né a favore né contro a prescindere a nessuno. Non ci interessano le beghe personali. Non siamo una opposizione o maggioranza consiliare. Siamo il PD di Airola, un partito che si sforza tutti i giorni di stare dalla parte del Popolo e che mai sarà al servizio della carriera di nessuno. A noi non interessano le poltrone, interessano i cittadini e le loro esigenze. Lo dimostriamo ogni giorno.