Word of Sport

Airola: Maltese, il sindaco non dovrebbe insultarmi

sei in  valle caudina

2 anni fa - 1 Marzo 2020

Non si fa attendere la controreplica i Giuseppe Maltese, ecco cosa scrive il consigliere di minoranza.

Il Sindaco non dovrebbe insultarmi e non dovrebbe scaricare su di me le conseguenze dei suoi errori.

Entrambi svolgiamo il nostro ruolo civico, in forza del mandato politico ed amministrativo conferitoci dalla Legge, ovviamente con le dovute differenze: il Sindaco e la Giunta (appoggiati dai Consiglieri di Maggioranza), hanno gli strumenti giuridici per governare, mentre la minoranza ovvero l’opposizione ha il dovere istituzionale di controllare l’operato della maggioranza, incluso quello di denunciare le eventuali devianze dalla norma.

E, se la denuncia politica è inascoltata, o peggio, derisa e mortificata, l’opposizione ha l’obbligo di informarne le autorità preposte.

Tutto qui, senza rancori o godimenti di sorta.

In tutta Italia la competenza per il rilascio dell’autorizzazione sismica è univocamente del Genio Civile se l’altezza strutturale dell’immobile, partendo dalla base inferiore delle fondamenta, supera i m. 10,500. Solo ad Airola si interpreta differentemente la norma edilizia e la Commissione del Comune ha rilasciato l’autorizzazione Sismica per il progetto di abbattimento e ricostruzione della Scuola media L. Vanvitelli che ha un’altezza superiore a m. 10,50.

Che tale competenza fosse del Genio Civile di Benevento, lo ha confermato lo stesso Ente tecnico, detentore della materia, con la nota n. 0757415 del 11.12.2019, disponibile agli atti del Comune di Airola. Quindi, se la Commissione del Comune di Airola non poteva rilasciare l’autorizzazione sismica perché lo ha fatto? Che validità ha tale documento?

Ciononostante, la maggioranza ha ritenuto di andare avanti. Ecco perché si rischia di perdere il finanziamento, Non certo per le illazioni gratuite, infondate e diffamatorie che ricevo ormai quotidianamente dal Sindaco e che nulla hanno a che fare con i fatti amministrativi documentati a cui mi riferisco.

Ad Airola tutto è diventato relativo, anche le Leggi e i Regolamenti. Un cattivo esempio per le future generazioni. Altro che scenari apocalittici e profezie di disastri. Solo la realtà dei fatti accaduti, documentati ed incontrovertibili, come incontrovertibile è il fatto che le mie richieste si limitano al rispetto della norma.

Airola: Maltese, il sindaco non dovrebbe insultarmi
TEMI DI QUESTO POST airola maltese sindaco