Logo

Due anziani finiscono in un dirupo con l’auto

8 Maggio 2022

Due anziani finiscono in un dirupo con l’auto

Due anziani finiscono in un dirupo con l’auto. I Vigili del Fuoco di Avellino, intorno alle ore 17’30 di oggi 8 maggio, sono intervenuti nel territorio del comune di Pratola Serra, sulla SS 7 via Nazionale Delle Puglie, per un incidente stradale che ha visto coinvolta una sola autovettura, la quale sbandava e finiva in un dirupo ribaltandosi.

A bordo due anziani

A bordo della vettura due anziani coniugi originari di Serino, di cui la donna rimaneva bloccata nell’abitacolo, e per poterla estrarre la squadra intervenuta ha dovuto tagliare parte della vegetazione che la avvolgeva.

I due malcapitati sono stati affidati ai sanitari del 118 intervenuti, i quali ne disponevano il trasporto presso l’ospedale Moscati di Avellino per le cure del caso. Per il recupero del veicolo è stato necessario far intervenire l’autogru dalla sede centrale di via Zigarelli.

Donna trovata morta: il corpo seminudo e con numerose ferite da taglio. È stata trovata morta in casa, seminuda e con numerose ferite da arma da taglio, la donna  74enne Lauretta Toffoli.

È lei la vittima di quello che sembra essere a tutti gli effetti un omicidio avvenuto a Udine, nell’appartamento al secondo piano di un condominio Ater dove l’anziana donna  viveva. Il cadavere è scoperto nella tarda mattinata di oggi dal figlio, Manuel Mason, che ha lanciato immediatamente l’allarme.

Portati via dalla casa televisori e averi della vittima

Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 insieme con i vigili del fuoco e le forze dell’ordine raggiunte dalla polizia scientifica che ha effettuato poco dopo i rilievi nell’appartamento della donna rimasta vittima.

La dinamica è anche tutta da chiarire; ma sembra che la morte della donna 74enne sia avvenuta diverse ore fa. Secondo un primo esame dal medico legale il decesso risalirebbe infatti alla scorsa notte.

Il figlio, che vive con la donna e che ha allertato le forze dell’ordine, è portato in Questura per essere interrogato. Agli inquirenti, che hanno trovato la casa a soqquadro, ha raccontato che dalla casa sarebbero scomparsi diversi averi della madre oltre ai televisori.

Il figlio in Questura: accoltellò la madre tre anni fa

Secondo le prime informazioni sembra che tre anni fa sia proprio il figlio ad assalire la madre accoltellandola all’addome. L’uomo nel novembre 2019, quando aveva 39 anni, chiamò il 112 denunciando di aver aggredito la donna.

Arrestato con l’accusa di tentato omicidio è poi assolto in quanto dichiarato incapace di intendere e di volere, così come stabilito da una perizia psichiatrica. Al momento però sembra che gli inquirenti non lo ritengano il principale indiziato.

Tutte le piste al momento sono aperte. Intanto la polizia scientifica sta completando gli accertamenti e si stanno riscontrando varie testimonianze e visionando le telecamere installate nella zona.

L’ex compagno della vittima: Uccisa da un conoscente

L’ex compagno di Lauretta Toffoli ha fatto sapere di essere stato avvisato dal figlio dell’accaduto: “Mi ha chiamato mio figlio, lui è entrato dentro e ha visto quello che era successo – ha raccontato ai giornalisti Paolo Mason – venivo qua ogni tanto, non avevamo mai litigato, mi sono fatto una idea, ma non posso dire niente”.

“Lauretta è stata trovata senza vita in una camera da letto dove erano evidenti i segni di una colluttazione. Tutto era a soqquadro. Non ci sono segni di effrazione sulla porta, lei ha fatto entrare in casa qualcuno che conosceva”, ha concluso l’uom