Cervinara

” Appena parli ti riempio di mazzate”, altri dettagli nella vicenda della Rsa di Cervinara

” Appena parli ti riempio di mazzate”, altri dettagli nella vicenda della Rsa di Cervinara

” Appena parli ti riempio di mazzate”, altri dettagli nella vicenda della Rsa di Cervinara. Stamani la 54enne operatrice socio sanitaria di Santa Maria a Vico, R.M.G., assistita dall’avvocato Carlo Perrotta, davanti al gip del tribunale di Avellino, è stata sottoposta ad un lungo interrogatorio, ben due ore durante le quali ha risposto a tutte le domande.

Unico arresto

Ricordiamo che si tratta dell’unica donna tratta in arresto, anche se la misura è stata mitigata con la concessione dei domiciliari. E dovrebbe essere anche quella operatrice che compare nel video oramai famoso che la vede maltrattare e picchiare la disabile.

Alle altre due operatrici socio sanitarie il gip ha disposto la sospensione dal lavoro. Così, la 54enne  ha chiarito anche la situazione di stress e ‘malagestio’ della vittima psichiatrica e si è dichiarata estranea ai fatti, con ammissione parziale solo di alcuni episodi in cui è andata fuori le righe.

L’operatrice ha detto che la paziente originaria di un paese della valle Caudina, per la sua tipologia e per la patologia, era difficile da gestire per il personale della struttura e quindi per lei. Ricordiamo che la vittima ha 50 anni, allettata, e questa struttura è una casa di riposo per anziani.

Al termine dell’interrogatorio, il legale di Santa Maria a Vico ha fatto istanza di revoca/sostituzione della misura cautelare che è attualmente è quella degli arresti domiciliari.

La gioranta del 17 ottobre

Intanto, dall’ordinanza emergono nuovi ed agghiaccianti particolari. Un’altra delle giornate nella casa per anziani finite nel mirino delle telecamere dei carabinieri è quella del 17 ottobre. Ecco la condotta di una delle indagate sempre nei confronti della 50enne caudina.

Le mollava uno schiaffo tra il collo ed il volto, intimandole di alzarsi e mettersi a letto: nella stessa giornata dopo averle somministrato dei farmaci esclamava: “Apri la bocca, ma come devo fare con questa… io la uccido.

Inoltre rimproverava la paziente in maniera violenta per aver sporcato la stanza dicendo: “hai rotto di nuovo il letto… io ora ho pulito vicino alle pareti… io ora ho lavato tutte le pareti… spegni questa televisione, appena parli ti riempio di mazzate”.

Si scava nel fango a Casamicciola,un morto e 11 dispersi
casamicciola
Si scava nel fango a Casamicciola,un morto e 11 dispersi
Medico avvelenato e ucciso dal figlio e dalla badante
avvelenato
Medico avvelenato e ucciso dal figlio e dalla badante
Arriva la stangata del fisco sulle tredicesime
fisco
Arriva la stangata del fisco sulle tredicesime