Attualità: l’associazione guerra di liberazione incontra il capo di stato maggiore

Attualità: l’associazione guerra di liberazione incontra il capo di stato maggiore

9 Febbraio 2020

di Redazione

Proseguono gli importanti appuntamenti per l’Associazione Guerra di Liberazione.

Dopo il Convegno a cura del Presidente Nazionale Ambasciatore Alessandro Cortese de Bosis tenutosi giorni fa presso la Scuola di Apollosa, l’Associazione Nazionale Combattenti Guerra di Liberazione Sezione Provinciale di Benevento, Sezione di Arpaise (Bn) con il Presidente Michele Panaggio, il Vicepresidente Giovanni Russo e con i soci, unitamente con la Sezione di Castelvetere in Val Fortore (Bn) con la Presidente Maria Forte ed i soci, hanno partecipato alla Cerimonia di Giuramento dei VFP1 Volontari in Ferma Prefissata di un anno del Terzo Blocco  2019 dell’Esercito Italiano, tenutosi presso il 17esimo Reggimento Addestramento Volontari “Acqui” nella Caserma Oreste Salomone di Capua (Ce).

Alla cerimonia che è stata presieduta dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, hanno partecipato il Comandante del 17esimo Reggimento Addestramento Volontari “Acqui” Colonnello Giuseppe Zizzari, il Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale, il Generale di Divisione Fabio Polli Comandante della Divisione “Acqui”, il Generale di Brigata Giuseppe Faraglia Comandante della Scuola di Fanteria di Cesano (Roma); e numerose autorità militari, civili e religiose tra cui: il Vice Prefetto di Caserta Dott. Michele Castella, il Sindaco di Capua Arch. Luca Branco, il Vescovo di Capua Monsignor Salvatore Visco, inoltre i gonfaloni dei Comuni, ed i labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, ed i familiari e i familiari ed amici dei volontari giuranti.

La cerimonia è iniziata con l’ingresso dei plotoni e delle compagnie sul piazzale intitolato al Caporal Maggiore Gerardo Antonucci medaglia d’oro al valore,deceduto il 25 gennaio 1996 a Sarajevo (Bosnia), l’ingresso e la resa degli onori al Comandante di Reggimento, ai labari e medaglieri delle associazioni combattentistiche, ai gonfaloni dei comuni.

Di seguito la resa degli onori alla Bandiera di Guerra del 17esimo Reggimento che si inserisce nello schieramento, alla massima autorità che passa in rassegna lo schieramento, le allocuzioni, la lettura della formula di giuramento e della preghiera per la patria, sulle note della Fanfara della Brigata Bersaglieri Garibaldi che ha accompagnato la cerimonia.

Una cerimonia molto toccante, emozionante nei vari momenti, soprattutto quando durante la formula di giuramento, gli 848 nuovi soldati, tra cui diversi provenienti dal Sannio e dall’Irpinia, hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana e alle libere istituzioni pronunciando a coro unanime “Lo Giuro”, facendo così toccare gli animi di tutti i convenuti e suscitare in tutti quella gioia, quell’emozione unica sempre nuova che scaturisce dal profondo del cuore.

Altro momento toccante è stato quello del ricordo dei caduti appartenenti alla Caserma Salomone, in cui durante la lettura dei loro nomi ognuno ha risposto ” presente “. Al termine della cerimonia l’Associazione Combattenti Guerra di Liberazione della Sezione Provinciale di Benevento, Arpaise e Castelvetere, con rispettivamente il Presidente Michele Panaggio, il Vicepresidente Giovanni Russo, e la Presidente Maria Forte, ha incontrato e salutato il Comandante del 17esimo Reggimento Addestramento Volontari “Acqui” Colonnello Giuseppe Zizzari, ed il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina.

Durante l’incontro gli stessi hanno ringraziato i vertici dell’associazione che hanno presenziato a codesta cerimonia, e hanno reso parole di profonda stima verso coloro che si impegnano sempre ad onorare la Bandiera e commemorano i caduti, e sia per l’impegno e la dedizione in ciò che svolgono, e sia per la presenza ogni qualvolta i volontari del 17esimo Reggimento di Capua giurano fedeltà alla Repubblica Italiana.

L’Associazione dal canto suo ringrazia il Comandante del 17esimo ed il Capo di Stato Maggiore per le parole di stima che ci hanno profuso, noi stessi siamo onorati di presenziare per onorare l’Esercito Italiano, che è come una vera e propria famiglia. Dunque, Viva il 17esimo Reggimento “Acqui”, Viva l’Esercito Italiano, e Viva la Repubblica Italiana.

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST capua. stato maggiore esercito