Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

I carabinieri in campo contro i parcheggiatori abusivi a Benevento

Pubblicato il 3 Giugno 2022 - 14:20

I carabinieri in campo contro i parcheggiatori abusivi a Benevento

I carabinieri in campo contro i parcheggiatori abusivi a Benevento.  Controlli dei Carabinieri nell’ambito del contrasto alla illegalità diffusa ed a tutela della sicurezza e della tranquillità urbana in favore degli avventori che nella serata della Festa della Repubblica hanno gremito il centro storico del capoluogo sannita.

Pregiudicati parcheggiatori abusivi

Nella serata di ieri, 2 Giugno, i Carabinieri della Compagnia di Benevento, in attuazione alle disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città, su segnalazione di privati cittadini, hanno proceduto a sanzionare amministrativamente due pregiudicati locali che in piazza Risorgimento, esercitavano abusivamente l’attività di parcheggiatori, sequestrando altresì la somma di denaro incassata ed emettendo ordine di allontanamento e di non frequentazione dalla menzionata piazza cittadina.

Furti di account,l’allarme della questura di Benevento

La Questura di Benevento comunica che, negli ultimi giorni, il locale Ufficio della Polizia Postale ha ricevuto numerose denunce e segnalazioni da parte di cittadini che hanno subito il furto del proprio account sul social network Instagram.

Questa la tecnica

La tecnica utilizzata dai malfattori consiste nell’inviare alle inconsapevoli vittime un messaggio, sia dai contatti seguiti sia da estranei, nel quale il mittente comunica di aver problemi di accesso al proprio account oppure di aver subito il guasto del telefono e di avere bisogno, quindi, di aiuto per ripristinare il proprio profilo.

Le vittime vengono quindi informate che, in breve tempo, riceveranno un link di recupero da parte di Instagram del quale dovranno fare uno screenshot da inoltrare al contatto mittente.

In realtà il link proveniente da Instagram riguarda una richiesta di reset dell’account della vittima fatta dagli stessi malfattori.

Le inconsapevoli vittime, nella convinzione che il link sia relativo all’account del contatto, eseguono le istruzioni ricevute ed inviano il link ai malfattori che così si appropriano facilmente del profilo.

Successivamente, avendo accesso completo al profilo sottratto, i malfattori sostituiscono il numero di telefono e/o l’indirizzo mail associati all’account, impedendo al legittimo titolare di poterlo recuperare mediante l’apposita procedura.

Il profilo Rubato viene poi utilizzato per inviare richieste analoghe ad altri utenti e rubare altri profili oppure viene utilizzato per realizzare frodi pubblicizzando fantomatici sistemi per guadagnare facilmente denaro.

Continua la lettura